Catene a bordo


Nello scorso inverno la Provincia fu duramente criticata per come aveva gestito le strade nelle frequenti nevicate. Anche alcuni Comuni protestarono ufficialmente: abbiamo fatto del nostro meglio per garantire la pulizia delle strade comunali – affermavano in sostanza i sindaci – ma tutto è inutile visto che la strada provinciale che attraversa il paese è una schifezza. Qui potete leggere l’ampio dibattito che ne venne su Pentagras.

Speravamo che quest’anno si corresse ai ripari: è successo, ma forse non proprio nel modo che molti auspicavano.
La Provincia ha infatti disposto l’obbligo di catene a bordo, o di gomme termiche, per un gran numero di strade provinciali – a occhio e croce tutte quelle del territorio montano e collinare – dal 15 novembre al 15 aprile prossimi.
Per intenderci, quest’obbligo riguarda, nel comune di Bazzano, i tratti extraurbani di via Castelfranco (che non è particolarmente collinare… ma tant’è) e di via Monteveglio. Nella valle del Samoggia sono interessate tutte le strade principali: quella per Monteveglio, che poi conduce alla Bersagliera, a Zappolino e a Savigno; quella che porta da Monteveglio alla Muffa; quella di Stiore e Fagnano; quella per Castelletto e Castello di Serravalle, che prosegue per Guiglia; la strada della valle del Rio Orzo; la strada della Landa che conduce verso la valle del Lavino (e alla stessa fondovalle Lavino tocca la medesima sorte).

Ma c’è di più: viene stabilito l’obbligo per i Comuni di adottare provvedimenti analoghi per i tratti di strade provinciali all’interno del centro urbano (per Bazzano si tratta di via Castelfranco e di viale dei Martiri).

In sostanza: in vallata, catene a bordo (o gomme termiche) per tutti. Oppure si tiene la macchina in garage.

Intendiamoci: spesso gli automobilisti non sono secondi a nessuno per imprudenza. Non è possibile pensare che ci si possa mettere in moto dovunque e con qualunque condizione del tempo, e pretendere di trovare la strada sgombra e pulita. Molti invece escono in piena nevicata, senza le più elementari precauzioni, e con uno stile di guida praticamente incurante di come stanno le cose fuori dell’abitacolo. Senza contare la più infida – ma anche più frequente e improvvisa – minaccia del ghiaccio. Quindi ben vengano le catene e le gomme termiche, sperando che (specie con queste ultime) chi guida non si senta dispensato comunque dalla necessaria prudenza.

Ma speriamo anche che la Provincia faccia fino in fondo la sua parte. Chiedendo a Hera una gestione del servizio che possa attivarsi con più prontezza, visto che le situazioni peggiori hanno visto un “buco” di almeno 24 ore, completamente ingiustificabile specie per “emergenze” neve minuziosamente previste. E continuando a garantire la percorribilità delle strade della collina e della montagna:  questo provvedimento deve far passare il messaggio di uno sforzo congiunto della comunità, non certo quello che dalla Bazzanese in su “ognun per sé e Dio per tutti”.

Anche perché la Bazzanese (che non è interessata dal provvedimento) dopo le nevicate dell’anno scorso era terrificante.

Una risposta a Catene a bordo

  1. Xandré scrive:

    La Provincia se ne lava le mani. Mette in sicurezza se stessa con un’ordinanza assurda e invece di provvedere alla manutenzione delle strade di sua competenza scarica tutto sui comuni e sui cittadini che sono pure passibili di multa per tanti mesi. E invece queste emergenze riguardano pochi giorni all’anno. La Provincia ha l’obbligo di fare manutenzione alle strade e renderle sicure. Vero ?

    Fantastico … vado a lavorare in bicicletta ?

    E’ vero che c’è molta gente imbranata a guidare in condizioni meteo pessime … ma si dovrebbe avere il coraggio di rimanere a casa.

    Io forse sono troppo imprudente e impavido ? Non siamo certo in un comune di montagna da osservare l’obbligo per così lungo periodo … mi sbaglio ?

    Correggetemi …
    (sono un contestatore)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: