L’auto medica… la politica


Bazzano ha l’auto medica. Dopo mesi di discussione e di polemica, la notizia fa fibrillare tutta la comunicazione politica bazzanese. Arriva rombando sulle ali del volantino della coalizione di governo, che rifila un “buco” clamoroso al secondo numero del Tavò (patinato, colorato, ricco di fotine) di Civicamente Bazzano, appena uscito con la richiesta dell’auto medica in bella vista in prima pagina. Ma con un colpo di coda il sito di CB “brucia” a sua volta il volantino, rilanciando già alle nove di stamattina l’articolo del numero odierno de “L’informazione”, che cita una nota dell’Ausl.

Alla fine, insomma, questo round se l’aggiudica la compassata comunicazione giornalistica tradizionale (ben scavato, vecchia talpa).

Ciò a parte, se il PD e l’IDV hanno buon gioco a osservare che è nel “luogo istituzionale che i sindaci ed i loro partiti hanno tradotto un bisogno in un risultato concreto… al di là della sfiducia che indiscriminatamente viene riposta dagli atteggiamenti dell’antipolitica”, Civicamente Bazzano rivendica il merito di avere posto con forza l’attenzione sul problema (le settimane scorse anche con una raccolta di firme) chiedendosi ironicamente: “quello che sembrava inottenibile in pochissimo tempo è stato ottenuto – chissà come mai”. Probabile che al dibattito si uniscano presto le voci di Nuova Bazzano e di Sinistra per Bazzano, da tempo impegnate nel più aspro dissenso verso la gestione dell’ospedale.

Ma al di là dei modi e dei toni – e, vien da dire, dei riti – della politica e dell’accaparramento dei meriti, in cui il tradizionale balletto maggioranza/opposizione si arricchisce di variabili in apparenza nuove, ma in realtà già sentite (“partiti/civismo”, “istituzioni/cittadini”… in prevedibile ribasso “sinistra/destra”), resta il fatto che dai prossimi mesi Bazzano avrà l’auto medica. E che quando si riesce a ricondurre la discussione politica sui bisogni concreti delle persone, anche le polemiche e le schermaglie ideologiche, alla fine, devono lasciare il passo alla ricerca vera dei risultati. E i risultati si vedono.

32 risposte a L’auto medica… la politica

  1. isidoro achilleo scrive:

    Chioso:
    Abbasso l’accaparramento dei meriti, abbasso i modi e i toni.
    Viva i risultati ! Se davvero utili alla comunità !

  2. stefano massari scrive:

    sì è vero luca .. tutto già visto e sentito e scontato .. come il volantino del PD-IDV di stamane – quantomeno sconcertante – ma tant’è oramai ci siamo abituati. naturalmente ci sarà una nostra risposta ‘politica’ e certamente pepata presto (e virgoletto politica perché la comoda ma ormai abusata etichetta di antipolitica non ci appartiene – e non ci apparterrà mai – così come non ci apparterrà mai neanche quella dei ‘politicanti di palazzo’) MA siamo prima di ogni altra cosa entusiasti del risultato ottenuto con l’arrivo dell’automedica a bazzano. solo il primo passo certo – sperando che non si tratti poi alla fine di ‘frettoloso’ proclama (ma vigileremo su questo non c’è dubbio – su tempi e su modi) – verso la ri-costruzione di un ospedale di eccellenza all’interno di un distretto sanitario di eccellenza. questo è ciò che conta più per noi.. poi autoincensamenti autosbrodolamenti e quant’altro li valuteranno i cittadini – nei fatti e nelle parole quando verrà il momento . i cittadini sanno come sappiamo tutti noi quel che è ‘veramente’ accaduto e quello che invece non è mai accudato. per noi è la vittoria dei cittadini e della loro partecipazione – che è per noi un valore quotidiano vivo e attivo sempre — non solo quando c’è da fare ‘bella’ figura .. siamo anche contenti della vivacità del dibattito ..abbiamo desiderio e necessità di interlocutori ‘robusti’ e determinati e non di tentennamenti dispettucci e astuzie da piccolo risiko del piccolo politico..

    PS
    il nostro tavò non è un quotidiano è un a-periodico — esce quando si può farlo uscire .. quindi il buco giornalisticamente parlando non è un buco — perché come hai ben notato tu per le news abbiamo il sito …il tavò poi lo facciamo con molta fatica e con i nostri ‘personali’ soldi quindi dovrà essere ancora più bello colorato e patinato ..bazzano se lo merita questo sforzo e di brutture malstampate e male realizzate ne abbiamo fin sopra i capelli ..viva l’automedica .. un caro saluto
    s

  3. riki scrive:

    Caro luca mi dispiace leggere questo post così provocatorio.
    Ma vi rendete conto che scrivere un volantino autocelebrativo per aver ottenuto l’automedica fa ridere i polli?
    noi non vogliamo meriti perchè quello che abbiamo fatto è visibile a tutti quindi non abbiamo bisogno di tessere lodi a nostro favore, anche perchè la battaglia per l’automedica è solo una tappa non è un traguardo, soprattutto se si parla di sanità pubblica.
    Con che faccia l’amministrazione comunale prima ci da dei “Faziosi” per la questione dell’Ospedale in Cosiglio comunale (23/04/2010) ripreso con le nostre telecamere e poi scrive che grazie a mesi di lavoro e dedizione/costanza ha raggiunto questo ottimo risultato?
    Sicuramente nelle ultime settimane l’idea del sindaco è cambiata ma non raccontate ai cittadini che vi siete spesi per ottenere un automedica perchè solo due settimane fa, il 1 di maggio, esponenti del PD ci hanno detto che a Bazzano non era necessaria.
    quindi poche balle…siamo contenti del risultato ottenuto per tutti i cittadini della vallata, ma questi atteggiamenti poco onesti non vi fanno onore.
    ciao

  4. lucagrasselli scrive:

    Ai lettori giudicare cosa ci sia di “così provocatorio” nel post. C’è una piccola (e ironica) analisi della “gara” scatenatasi sul tema nell’informazione locale. Viene dato conto delle posizioni del PD/IDV e di Civicamente Bazzano, poi si dice che – al di là del “che cosa è merito di chi” – l’importante è discutere sulle cose concrete e cercare di portare dei risultati per la comunità.
    Delle due mi aspettavo l’accusa di aver scritto un post grondante buoni sentimenti.
    Oppure mi si può rinfacciare di essere corresponsabile (e politicamente lo sono senz’altro) del volantino di oggi, ma il mio post è cosa distinta.

    Il fatto è che l’impegno delle istituzioni e la sollecitazione che viene dalla presenza organizzata dei cittadini sono necessari e complementari. E’ del tutto fisiologico che tra essi si inneschi – una dialettica anche aspra. L’importante è che si misura sugli obiettivi concreti da raggiungere per le persone. Se si mantiene questo “principio di realtà”, anche una quota di polemica – difficilmente evitabile – non ostacolerà quello che conta: l’azione per i cittadini. Vedi che alla fine ci tocca ritornare al celebre adagio di Palmiro Cangini.

  5. Simpatizzante PD scrive:

    Ciao a tutti, premetto che sono elettore PD (anche alle comunali) e simpatizzante.
    Ho seguito le vicende dell’auto medica sui blog, facebook e sui volantini degli ultimi mesi di Civicamente. Rimango basita dal volantino del mio partito che stamane ho preso all’edicola. Accaparrarsi meriti altrui non ci aiuta a costruire il partito del futuro. Ho visto tutto il filmato del cons.comunale sul pronto soccorso ed udito le parole dell’assessre alla sanità Ruggeri che minimizza i dati forniti dal consigliere di Civicamente dicendo anche che sono dati faziosi.

    Perche’ non complimentarsi con le forze di opposizione che ben lavorano e non fanno inutili polemiche (come spesso accade purtroppo) invece di scippare loro i meriti? Perchè non costruire un fronte comune con queste forze (di sinistra come noi) invece che costruire polemiche sul loro successo?

    grazie dell’ascolto.

  6. Simpatizzante PD scrive:

    Ciao a tutti, premetto che sono elettrice PD (anche alle comunali) e simpatizzante.
    Ho seguito le vicende dell’auto medica sui blog, facebook e sui volantini degli ultimi mesi di Civicamente. Rimango basita dal volantino del mio partito che stamane ho preso all’edicola. Accaparrarsi meriti altrui non ci aiuta a costruire il partito del futuro. Ho visto tutto il filmato del cons.comunale sul pronto soccorso ed udito le parole dell’assessre alla sanità Ruggeri che minimizza i dati forniti dal consigliere di Civicamente dicendo anche che sono dati faziosi.

    Perche’ non complimentarsi con le forze di opposizione che ben lavorano e non fanno inutili polemiche (come spesso accade purtroppo) invece di scippare loro i meriti? Perchè non costruire un fronte comune con queste forze (di sinistra come noi) invece che costruire polemiche sul loro successo?

    grazie dell’ascolto.

  7. simoneruggeri scrive:

    Credo che i post degli “elettori simpatizzanti” siano interessanti per affrontare una questione attuale e diffusa. Parlo del fatto che al momento delle elezioni si sia riposta la fiducia in un gruppo di persone e ad un anno di distanza si metta in dubbio il lavoro svolto nel raggiungere un obiettivo o non lo si intuisca.
    Entrambe le persone dicono di aver seguito le vicende sui canali di Civicamente, non su canali della nostra lista o del partito che affermano di aver votato. Questo è un elemento essenziale da tenere in considerazione, un bisogno implicito di comunicazione a cui il nostro gruppo deve rispondere.
    Riporto, senza nessuna intenzione polemica, il percorso che abbiamo fatto come amministratori all’interno delle istituzioni preposte, con il solo obiettivo di far capire dove si riversa il nostro impegno e qual’è lo spazio nel quale riportiamo le sollecitazioni raccolte.
    I primi contatti con i responsabili dell’Azienda Sanitaria risalgono all’estate scorsa, seguiti da incontri nel Distretto sanitario, alla Conferenza Territoriale, al coinvolgimento dell’Assessore Provinciale e da ultimo di una candidata alle elezioni regionali.
    Purtroppo la classica diatriba politica porta sempre a disegnare l’avversario come lontano dai cittadini o ignaro dei veri problemi della gente ed è questo atteggiamento che mi rammarica notare in una lista civica che si dichiara lontana dai cliché.
    Ribadisco che le polemiche non mi interessano, resto come sempre a disposizione di tutti, offrendo i canali e gli strumenti che l’incarico di assessore mi permettono e mi impongono di utilizzare.

  8. Un'altra simpatizzante scrive:

    Cara Simpatizzante,
    ma non credi che il risultato ottenuto sia il frutto di mesi di lavoro e di incontri tra l’amministrazione e l’Ausl? Sicuramente possiamo dire che il risultato ottenuto deve fare gioire tutti perchè è un servizio per la comunità che andrà a migliorare il servizio sanitario sul territorio. Comunque l’amministrazione non si è certo mossa nelle ultime settimane dietro l’input della raccolta firme di Civicamente (la quale mi sembra si sia mossa in completa autonomia senza neanche cercare un dialogo con la maggioranza)…a questo punto chi voleva scippare i meriti di chi? Questo non lo posso dire con certezza ma di certo dico che chi fa più rumore a volte ottiene anche i meriti che non ha, mentre chi sta zitto e lavora, solo perchè non lo pubblicizza, non si prende neanche quelli meritati.

  9. Un'altra simpatizzante scrive:

    Vorrei anche sottolineare che i ragazzi di Civicamente sono molto bravi e presenti sul territorio ma dovrebbero avere l’onestà intellettuale di ammettere che non tutto ciò che di buono è stato FATTO E OTTENUTO in questo anno è merito loro ma anche il frutto di un incessante lavoro dei nostri amministratori…ma ahimè a volte sembra che basti scriverlo sul proprio giornalino per accaparrarsene il merito.

  10. Elio scrive:

    Come successo in altre occasioni, approfitto del blog di Luca, che ringrazio ancora per essere sempre tempestivo sulle notizie del nostro paese, per dare un contributo, il punto di vista di chi amministra.
    Anzitutto stiamo ben attenti: il risultato è l’auto medica all’ospedale di Bazzano. Nessuno ha mai voluto minimizzare la necessità di implementare personale, servizi e tipologia di prestazioni all’ospedale di Bazzano, e tanto meno l’amministrazione comunale: a chi richiama la risposta dell’assessore Ruggeri in Consiglio Comunale, che mi sembra sia stata travisata, ricordo che quello stesso assessore ha proposto in marzo un ordine del giorno al Distretto di Casalecchio di Reno in cui si chiedeva esplicitamente l’auto medica a Bazzano senza sguarnire altri territori del medesimo distretto, come Sasso Marconi, che è dotata di auto medica assieme a loiano e monzuno. Non bisogna infatti correre il rischio di mettere in concorrenza territori che hanno esigenze simili e devono invece avere risposte le più omogenee possibili. E tali richieste sono state avanzate dopo incontri a settembre con la direzione del Distretto di Casalecchio, con il direttore del dipartimento di emergenza asl bologna Giovanni Gordini, con i sindacati e gli infermieri del Pronto Soccorso e con la Pubblica Assistenza di Castello di Serravalle nella persona del presidente Paolo Palmieri. I contatti con l’assessore Provinciale Giuliano Barigazzi, con il presidente del Distretto Gamberini, che ci rappresenta alla conferenza territoriale socio sanitaria (l’assemblea in cui ci si confronta sul sistema socio sanitario dell’intera provincia tra amministratori e dirigenza asl), con Paola Marani ora vicepresidente della commissione sanità della Regione, e per finire il convegno che è stato fatto in Rocca e che ci ha consentito un confronto serio, schietto anche con i medici dell’ospedale, sono altri elementi che si aggiungono al quadro. Ma vorrei soffermarmi un poco anche sulla Pubblica assistenza di Castello e sull’importanza del ruolo che ricopre, garantendo presenza di mezzi e volontari nelle 12 ore notturne – collaborando con un medico asl. L’amministrazione comunale, per rimarcare il ruolo della Pubblica assistenza, e cercando di dare una risposta immediata alla esigenza di auto medica anche di giorno, si stava muovendo anche nella direzione di un accordo tra asl e pubblica assistenza per garantire il medesimo servizio notturno anche di giorno. Una soluzione transitoria se vogliamo, ma che avrebbe comunque cercato di rispondere alla necessità dell’ospedale e soprattutto del territorio.
    Spiace constatare invece, nelle parole e nei fatti anche degli amici di Civicamente (e circoscrivo la mia considerazione all’argomento di discussione) la mancanza di fiducia nel Comune, nell’amministrazione, nei rappresentanti del paese negli organismi istituzionali preposti (Distretto e conferenza territoriale) come non si adoperasse per le necessità del territorio. E’ stata scelta la strada della raccolta firme, ma la sensibilità rispetto all’ospedale di Bazzano non la scopre certo una raccolta firme: il problema della presenza dell’auto medica si conosceva da tempo, e le necessità del pronto soccorso devono essere tenute sempre sotto stretta osservazione, essendo il reparto di emergenza in continuo aumento di prestazioni. Ho ribadito in questi giorni alla stampa come condividessi con Civicamente l’obiettivo finale, ovvero l’attivazione dell’auto medica, non il mezzo: se si voleva raggiungere un obiettivo comune credo si sarebbe dovuta appoggiare l’amministrazione per portare a casa il risultato attraverso le sedi istituzionali in cui si tratta, democraticamente, con gli altri comuni, della Vallata, del Distretto, della Provincia bolognese. Invece silenzio assoluto. Non credo che si faccia un buon servizio al paese – e si da anche cattiva informazione, e parziale, e tendenziosa – quando non si dice che l’interesse parte da lontano, quando si tende a non riconoscere il lavoro degli amministratori, quando si cercano strade alternative alle forme democratiche di discussione e di rappresentanza: la raccolta firme non fa altro che ribadire quanto sia sentito l’argomento, ma il risultato è stato ottenuto prima della consegna stessa delle firme. Può insinuarsi allora almeno il dubbio, non dico tanto, il dubbio che qualcuno ci stava già, faticosamente, lavorando?

  11. stefano massari scrive:

    elio credo sia molto chiaro a tutti che il risultato ottenuto sia importantissimo e noi – ripeto – ne siamo entusiasti ..e siamo pronti anche a lavorare sui prossimi passi……
    però quando parli di silenzio assoluto ti ricordo che sono trascorsi 5 mesi dalla nostra interrogazione a una risposta quanto meno ‘prudente’ se non assente da parte dell’amministrazione (c’è il video integrale sul nostro sito .. sfido chiunque a dire che ci sia da qualche parte in quella ora e mezza o più la presenza di una risposta ‘concreta’ sulla volontà precisa dell’amministrazione di ottenere l’automedica).. in questi 5 mesi abbiamo avuto modo di comunicare per diversi motivi .. ma qualcuno di voi si è mai sognato di dire anche ‘fuori campo’ .. che stavate lavorando sull’automedica .. dateci una mano o studiamo una strategia diversa etc.???… silenzio assoluto .. è stato vostro il silenzio assoluto … per poi fare cosa ? avete cominciato ad esporvi quando abbiamo fatto partire la raccolta firme condividendo ma prendendo le distanze dal metodo (come al solito — fare parlare la gente infastidisce sempre .. dobbiamo pensare questo? ) .. per poi a giochi fatti ‘farci’ la gara a chi arriva prima .. giochetto non nuovo – vecchio e abbastanza desolante .. peccato perché siete voi che dovevate essere molto più disponibili a dialogare con una forza politica che sta lavorando in un altro modo (visto che NON PUO’ lavorare presso gli organi e i canali istituzionali previsti perché ti ‘ricordo’ e ricordalo anche ai ‘tuoi’ che non amministriamo noi ma voi … quindi anche questa è un’osservazione un po’ ‘particolare’ non credi?) siete voi per primi in quanto amministratori ad avere la responsabilità del dialogo e invece il silenzio assoluto è stato vostro .. se vi foste mossi in un altro modo ti assicuro che avremmo lavorato diversamente .. magari avremmo anche concertato mosse e strategie per arrivare a questo risultato .. ma sono mesi che voi ‘annunciate’ inizi di dialogo che non inziano ‘concretamente’ mai – sin da prima delle elezioni…
    ora non può sorprenderti il fatto che i cittadini non capiscano … ma come ? comincia la raccolta firme il video ci si muove e puf! cme dal cilindro arriva l’automedica ?? …possiamo avere dei dubbi ? dopo tanto ‘vostro’ silenzio ? io posso anche naturalmente crederci e mi auguro davvero che ci abbiate lavorato sin da subito .. però non si venga a pretendere dialogo da parte nostra — noi non facciamo altro che dialogare — abbiamo forse la colpa imperdonabile di dialogare e comunicare molto anche con i cittadini.. però la mossa ‘rapidissima’ che avete fatto sabato mattina appare proprio indice di una volontà di fare la ‘gara’ politica..
    mi dispiace molto .. siamo sempre stati pronti a riconoscere il buon lavoro fatto .. ma se vi stizzite ogni volta che apriamo bocca o facciamo una qualsivoglia iniziativa come se fosse sempre contro di voi a prescindere — il dialogo è e rimarrà lontano..ti posso dire che da parte nostra allo stato attuale non c’è più nessuna fiducia rispetto a una qualsiasi possibilità di dialogo nei vostri confronti.. dialogo che invece sarebbe assolutamente indispensabile per i prossimi obiettivi da raggiungere per la nostra comunità.. buon pranzo a tutti e viva l’automedica…

  12. Ruben scrive:

    dai ragazzi, siamo onesti, stavolta la vostra strategia (comunicativa e non solo) si è rivelata sbagliata e non troppo limpida. Fra gli “addetti ai lavori” il repentino cambio di idea (perchè di questo si tratta, in quanto se cit.”Può insinuarsi allora almeno il dubbio, non dico tanto, il dubbio che qualcuno ci stava già, faticosamente, lavorando?” è altrettanto vero che il consiglio comunale è stato testimone di quella che era la vostra posizione e comunque ancora il 1° maggio c’era chi non la riteneva necessaria..) che avete avuto è tale da porre un ragionevole dubbio sulle motivazioni che l’hanno prodotto..dai, autogol comunicativo vostro, altrettanto meritevole il fatto (che è ciò conta) di aver potenziato l’ospedale.
    Saluti

  13. Simone Rimondi scrive:

    Non volevo intervenire in questo “brutto” dibattito, ma riporto, per correttezza cio’ che ho risposto ad Elio sul nostro sito e che credo che risponda anche a “altra simpatizzante pd”.

    Ciao Elio, perdonami la franchezza ma sono basito. Vorrei in questo momento guardarti negli occhi. Sei una persona onesta con la quale collaboro quotidianamente e proprio per questo non credo a cio’ che hai scritto. Quando a SETTEMBRE 2009 ti dissi (eravamo a Castello Di Serravalle, ricordi?) dei GRAVI problemi del nostro Pronto Soccorso, mi dicesti che ne eri al corrente ma che eri “con le mani legate” e che dall’ASL ti dicevano che i numeri erano non dissimili dagli altri PS e che quindi il male non era solo nostro ma esteso e quindi di difficile soluzione.

    Tornato il silenzio sul problema, decidemmo di agire da soli, perché caro Elio, piu’ di parlartene e constatare il fatto che sembrava non esserci via di uscita, non avevamo altre soluzioni istituzionali (come le chiami tu) da perseguire.
    Forti del fatto che ANCHE NOI, come voi, siamo istituzione, decidemmo, 1 mese dopo (fine OTTOBRE 2009), di presentare una INTERROGAZIONE AL CONSIGLIO COMUNALE DI BAZZANO, dove chiedevamo conto delle criticità del nostro PS e del perche’ non vi fosse (nemmeno in previsione) un’auto medica.

    Dopo 5 MESI (!!!) arriva in consiglio comunale la nostra interrogazione.

    Alla domanda precisa:” perche’ a Bazzano non c’e’ ancora l’auto medica” NON ha risposto NESSUNO. Ne il Dott: DI CIOMMO (dirigente asl), ne il Dott. GORDINI (dirigente ASL) ne l’Assessore Simone Ruggeri, che anzi, tacciava come “faziosi” i dati che elencavo a supporto della nostra richiesta.

    Ora, come puoi dire che abbiamo male interpretato le parole (video-riprese tra le altre cose!)dell’Assessore Ruggeri? Come puoi dire che abbiamo male interpretato la CHIUSURA dei 2 dirigenti ASL alle nostre richieste ai quali ai AFFIDATO la risposta politica che, in quanto POLITICA, a voi e solo a voi, competeva?

    Sai cosa penso invece? Che il PD abbia cambiato idea ma non abbia avuto il coraggio e l’umiltà di riconoscere che quanto CIVICAMENTE BAZZANO andava dicendo da 1 anno, corrispondeva al vero.

    Questo probabilmente anche perché nella passata amministrazione quando (ero cons. di Rifondazione tu assessore dei DS) nel 2007 denunciavamo le stesse problematiche, le stesse carenze e le stesse richieste per il nostro ospedale ed il nostro Pronto Soccorso, ci etichettavate con determinazione, di essere “allarmisti, demagogici e disfattisti”. Parole queste che venivano scritte su volantini a firma DS e Margherita di Bazzano.

    Oggi, dopo anni persi in polemiche che hanno solo rubato tempo prezioso, si scopre che avevamo ragione! Perché non riconoscerlo Elio, perché!? E’ così grave e politicamente inaccettabile riconoscere un errore o una carenza? Siamo esseri umani e tutti noi sbagliamo, io per primo!
    E’ così brutto riconoscere a noi, avversario politico onesto, laborioso e propositivo, ai cittadini che in 1000 hanno firmato nell’ultimo mese la nostra proposta all’ASL, che avevamo VISTO GIUSTO?

    Io Elio sono molto contento del risultato ottenuto. Avremo l’AUTO MEDICA che garantisce 1 MEDICO ed 1 INFERMIERE in piu’ in Pronto Soccorso.
    Sono contento per la gente che vive in questi territori, per gli operatori che lavorano nella struttura (stupendi!), per il nostro impegno in questi anni e per il PD di BAZZANO.

    Si, il PD di Bazzano ha avuto un grande merito. Quello di cambiare idea e maturare scelte differenti che hanno portato un contributo FONDAMENTALE per l’ottenimento di questo grande risultato. Non e’ una cosa da poco se inserita in un contesto ove, di solito, i politici piuttosto che riconoscere un errore fanno salti mortali (basta guardare Porta a Porta) per girare la frittata a loro favore.

    Si poteva, caro Elio, fare un comunicato CONGIUNTO, dove esprimere la nostra soddisfazione per questo successo, invece, avete pubblicato un volantino che autocelebra il PD per il risultato ottenuto, senza nemmeno fare riferimento alla REALTA’ delle cose. Ti garantisco che nel paese non state facendo una bella figura e nemmeno una informazione seria.

    Spero che questa sia solo una “caduta di stile” dettata da un passato recente che vi ha visto poco ricettivi sui temi della nostra Sanità. Confido tantissimo nella collaborazione tra i nostri gruppi per costruire una Bazzano migliore.

    Io ti stimo e ti rispetto Elio, gradirei essere contraccambiato, ma se cio’ non fosse possibile, almeno rispettato.

  14. GOCCE scrive:

    Si è detto di tutto e di più in questo dibattito sul “merito” dell’auto medica. Ma in tutto sento il sapore di vecchie logico che hanno portato la sinistra o le sinistre… poco lontano. Può darsi che nel volantino del PD ci fosse un pizzico di trionfalismo. Ma bastava farlo notare e finirla lì. Che senso ha farsi la concorrenza a sinistra, quanto ben altre e con bel altri soggetti ci deve essere antagonismo politico? Sulla strada delle ripicche, delle recriminazioni, delle futili dispute legate alla voglia di visibilità, le sinistre hanno finito per farsi male da sole. Dovevamo importare questo vizio anche a Bazzano?

  15. riki scrive:

    Civicamente Bazzano è una lista civica intanto, poi tutti sti piagnistei hanno rotto veramente.
    ognuno ha la sua opinione rispettabilissima, ma qui c’è stato un problema di trasparenza e comunicazione dell’amministrazione.
    Perchè far lavorare per mesi Civicamente Bazzano sulla questione dell’automedica e del potenziamento del P.S. se era gia in previsione?
    Perchè non dircelo che stavate così intensamente lavorando per ottenere questo risultato?
    Perchè vostri dirigenti di sezione ci hanno detto (1 maggio 2010)che a Bazzano l’automedica non è necessaria e poi scrivono un volantino come quello di sabato?
    bohh qui non si parla di meriti…ma di mettere pezze a dei vuoti colossali, e il manifestino autocelebrativo ne è la prova.
    E poi chi ha detto che noi di Civicamente bazzano vogliamo il merito della questione?
    Noi abbiamo sollevato il problema che era sepolto nella polvere poi gli amministratori hanno guardato in faccia la realtà (vedi dati sul P.S. di Bazzano) e hanno deciso nelle sedi oopportune che il nostro ospedale ha qualche deficit, compiendo una bella azione politica nel richiedere l’automedica.
    Punto e via, niente di più!

  16. Leda scrive:

    La differenza fra destra e sinistra sta proprio nel fatto che a sinistra (a destra non esiste) c’è dialogo e confronto. Potrà anche essere polemica sterile, però sarebbe saggio e lungimirante accettare l’evidenza dei fatti testimoniati dalla registrazione del Consiglio Comunale sul tema, se il primo partito il Italia il PD non imparerà ad accettare ed accogliere con umiltà e intelligenza le sollecitazioni che vengono dalla base (e noi sentiamo di rappresentare questa realtà)rischierà di estinguersi e lo dico con preoccupazione perchè significherebbe gettare al vento la storia gloriosa della sinistra in Italia da cui il PD (in parte) deriva. Quindi vi prego più umiltà e più onestà intellettuale.

  17. Elio scrive:

    Caro Simone,
    alcune tue questioni sono mal poste e mal interpretate, e di questo me ne dispiaccio. L’implementazione di organico al Pronto Soccorso (infermieri, ma anche medici), la sistemazione dei locali OBI, la necessità di un presidio medico (auto medica o ambulanza medicalizzata) anche di giorno al PS, i numeri di Bazzano al PS; ma anche le questioni che riguardano l’attività ambulatoriale, i rapporti dipendenti ASL – volontari Pubblica Assistenza, le criticità di turni al reparto di Medicina interna…per citare solo alcuni degli argomenti, sono tutte questioni che abbiamo affrontato fin da quando ci siamo insediati, giugno 2009, con la dirigenza ASL e con il Distretto. E’ vero che nonostante le nostre insistenze le risposte non sono state immediate, ma proprio questo sta a dimostrare che se il risultato viene raggiunto è perchè si parte da lontano, c’è una programmazione che viene fatta sulla base di alcune priorità, dettate dal Comune di Bazzano, ma anche dal Distretto.
    L’auto medica di per sè poi non è la panacea di tutti i mali: di fatto sarà la gestione della stessa ad essere decisiva per il funzionamento del PS. Infatti un conto è se il territorio di riferimento dell’auto medica sarà la valle del Samoggia (con il suo bacino di utenza ed il suo numero di abitanti); un conto è, invece, se il territorio di riferimento riguarda tutti i Comuni del Distretto. In questo secondo caso l’auto medica, mi permetto di fare una previsione, sarebbe sempre “fuori” a fare interventi, mentre per noi è importante dare una risposta all’esterno dell’ospedale, ma anche alli’interno (in termini organizzativi dell’organico e di risposta ai bisognosi che vanno al PS). La realtà è quindi molto più complessa del semplice “raccolgo firme quindi ottengo quanto voglio”. La sensibilità popolare, diffusa, della “base”, come qualcun altro scrive (come se poi i consiglieri di Bazzano del PD, gli assessori e lo stesso sindaco non fossero parte di quella base di partito) sull’argomento è nota e si capisce che abbiate avuto un tale successo nella raccolta firme. Ma ti invito seriamente a riflettere, come ho cercato di fare con gli altri amici di Civicamente, di cui tu sei rappresentante istituzionale in Comune, sul fatto che il tema sia stato posto tempo fa e di questo è inevitabile si sia fatto carico l’amministrazione, semplicemente perchè al Distretto voi non ci siete, alla Conferenza territoriale voi non ci siete: ed è bene, spero, che vi sentiate rappresentati dal vostro sindaco in Distretto, a porre temi che stanno a cuore a tutti. Spiace poi che con fare spregiativo nei confronti del PD e dell’IDV ci sia una corsa ad arrogarsi meriti o diritti di prelazione, come: noi abbiamo posto il tema voi vi siete svegliati in ritardo. Non è così.
    Penso anche io che una delle differenze tra destra e sinistra stia nel dialogo e nel confronto che da una parte c’è e dall’altra no. Questa discussione sta a dimostrare quanto sia vero, perchè stiamo parlando non tanto di un risultato da raggiungere (è stato raggiunto), ma di come quel risultato sia stato raggiunto. Ci sono però tanti argomenti che un amministratore si trova ad affrontare giorno per giorno, e alcuni risultati si potranno avere e raggiungere col tempo (magari avessimo la capacità di rispondere su questioni complesse, che richiedono aggiustamenti organizzativi, economici, di assetto territoriale e che coinvolgono altri enti, in maniera immediata, caro Riccardo; se si pensa in questo modo non solo non si ha consapevolezza di cosa significa amministrare, ma non si ha neppure rispetto del dialogo, delle sedi istituzionali, dei rappresentanti di altri territori, delle problematiche complesse che, ripeto, esistono nell’amministrare e nel portare a casa risultati tutt’altro che scontati). Cito il PSC, la raccolta differenziata, la farmacia comunale, l’edilizia residenziale pubblica, il cambiamento “energetico”, l’integrazione, la situazione delle poste, la tematica ambientalista, la sicurezza del territorio (anche ambientale) ecc. Credi davvero che l’amministrazione comunale non si sia già mossa su questi temi? o che vada a rimorchio? certo, i risultati si potranno avere col tempo, perchè non si tratta di piccole questioni o lavori di manutenzione ordinaria; e proprio per questo ritengo inaccettabile che si pensi che l’amministrazione sia un elefante fermo su se stesso che attende solo sollecitazioni perchè altrimenti non da risposte alla cittadinanza. Umiltà e onestà intellettuale, deve esserci, ragazzi, anzitutto da parte vostra; e se siete persone che studiate, come qualcuno scrive sul vostro giornalino, ed anch’io penso che lo facciate con attenzione, voglia di spendersi e generosità, riconoscete almeno che le cose sono molto più complesse di come le fate apparire. E che c’è un amministrazione che, sui temi cari alla cittadinanza, si spende.

  18. stefano massari scrive:

    elio perdonami però qui non si discute sui meriti e sugli impegni qui si discute su un fatto molto preciso (al quale non è utile alla discussione se continuate a girarci intorno): civicamente bazzano ha agito dopo non avere ricevuto nessun segnale da parte vostra rispetto alla questione. questo tentativo costante di nascondervi dietro il dito della complessità di amministrare non regge per un semplice motivo : noi lo sappiamo benissimo – lo sappiamo che è difficile – lo sappiamo che è complicato – proprio perché ci prendiamo la responsabilità (molto faticosa te lo garantisco – perché noi lavoriamo senza nessuna ‘rete di protezione’) di ‘mobilitarci’ di dialogare di stimolare e di trovare anche soluzioni che possano in un qualche modo agevolare l’amministrazione su obiettivi che condividiamo (con gli aggiustamenti in cui crediamo naturalmente — vedi la nuova bazzanese… dove invece la vostra reazine è stata dirla gentilmente ‘puerile’)… ci siamo mossi perché la nostra ‘percezione’ (visto che di risposte chiare non ne abbiamo mai avute ne ‘pubbliche’ né ‘ufficiose’ anzi – proprio le mie orecchie hanno ‘registrato’ in alcune occasioni – posizioni assolutamente diverse — che mi viene a questo punto da chiedermi se non era uan qualche forma di pretattica allora….) la nostra percezione era di una non volontà da parte vostra di risolvere etc… sono mesi che una parte di voi parla di dialogo costruttivo — di obiettivi condivisi etc.. noi con il bilancio e la nuova bazzanese ci siamo esposti documentati pronunciati e abbiamo lavorato (per il bene – almeno secondo noi – di bazzano) e molto per arrivare a delle soluzioni il più largamente condivise… voi con noi (o almeno parte di voi) vi siete solo indispettiti e ingelositi come se volessimo fare la corsa ad accaparrarci meriti o chissà cos’altro.. quindi non venire a parlarci di consapevolezza e responsabilità istituzionale perché ne abbiamo da vendere e siamo sempre stati pronti a dimostrarlo — il vero peccato è che avete sempre solo voluto dettare voi ogni condizione considerando civicamente bazzano un problema di ‘fuoco amico’ che prima o poi dovevate risolvere in qualche modo .. ti sbagli — vi sbagliate . e state perdendo una grandissima opportunità..

  19. Papa Luciani scrive:

    Che peccato. Invece di riconoscere il merito di tutti quei cittadini, come me, che si sono mobilitati in questi mesi per chiedere una auto medica, il sindaco a ripetizione spiega che e’ solo nelle istituzioni che si ottengono i risutati e che fondamentalmente la mobilitazione delle persone non serve a niente… Non mi pare proprio invece. Senza Civicamente Bazzano, senza la loro sensibilità il pronto soccorso sarebbe rimasto tale.

    Perchè non raccontare la verità? Io ho votato Civicamente e ne sono ben contento!

    PS

    Ci mancano solo quelli di Nuova Bazzano e Pdl a dire che magari il merito e’ anche loro…

  20. riki scrive:

    il rispetto c’è se no non mi dedicherei alla politica caro Elio…io credo che solo un contatto diretto con la gente possa cambiare il corso delle cose e ho detto solo che l’amministrazione pecca in questo verso…è una mia opinione personale ovviamente.
    Comunque il post sul sito di Civicamente Bazzano dove si parla dell’automedica è intitolato da sabato mattina, cioè prima di leggere il vostro volantino, COMPLIMENTI A TUTTI…poi abbiamo messo entrambi gli articoli di giornale usciti sulla faccenda che di certo non ci danno molti meriti…quindi dove sta la nostra disonestà?
    comunque nessuno dell’amministrazione o PD mi ha risposto alle precedenti domande dell’altro mio commento.
    ciao

  21. lucagrasselli scrive:

    Posso “basire” anch’io?
    A me sembra semplicemente assurdo sostenere che questo non sia un successo dell’amministrazione. E mi sembra assurdo sostenere che l’amministrazione non si stia dando da fare su più fronti e fin dal suo insediamento per il miglioramento e il rafforzamento dell’ospedale, e che il PD non stia perseguendo lo stesso obiettivo. L’iniziativa più importante fatta a Bazzano prima delle elezioni regionali non è stata forse proprio dedicata al tema dell’ospedale? Non è stato proprio quello un tema su cui sono state poste a Paola Marani – ora vicepresidente della commissione Sanità della Regione – delle richieste ben precise? Qualcuno pensa di aver fatto scendere l’automedica dal cielo facendo la danza della pioggia?

    Nessuno sostiene che l’azione di stimolo promossa da Civicamente Bazzano sia stata inutile. Nessuno sostiene che una forza politica non abbia il diritto e il dovere di fare presenti le urgenze e i bisogni del paese. E guai a dire che la mobilitazione delle persone non serve. Ma le “persone” non sono solo quelle che votano Civicamente Bazzano. E non solo loro si mobilitano. Ma Civicamente Bazzano dovrebbe quantomeno riconoscere di aver avuto nell’amministrazione (o meglio: nel sindaco, nella giunta, nel gruppo di maggioranza – dal momento che anche CB appartiene, grazie ai suoi membri eletti, all’amministrazione) un interlocutore efficace che è riuscito a portare a casa dei risultati.
    Invece, è bastato un volantino che non rispettava il copione secondo cui gli unici risultati dell’amministrazione sarebbero quelli propiziati da Civicamente Bazzano (“chiesto… ottenuto”, come nell’ultimo numero del Melograno) per far reagire Civicamente Bazzano in un modo che, francamente, non le fa onore.
    Non è possibile lamentarsi di essere stati fraintesi per quell’articolo, fatto passare come necessaria ricerca di visibilità, e poi reagire così per un volantino che – senza attaccare CB – altro non fa che felicitarsi del successo dell’amministrazione e – cosa ancor più importante – sottolineare la volontà di proseguire con decisione lungo il percorso della riqualificazione dell’ospedale. Un obiettivo, questo, condiviso da tutti e per cui è giusto che tutti si battano. Possibilmente non tra loro.

    Penso che anche la questione del percorso Nuova Bazzanese sia proprio una dimostrazione sia dell’importanza della mobilitazione dei cittadini e del ruolo delle forze politiche (comprese quelle civiche), sia del ruolo necessario dell’amministrazione, che è chiamata non solo a interloquire con le altre parti istituzionali, ma anche a fare sintesi tra i vari interessi e opinioni – tutti legittimi e validi – dei cittadini, nell’interesse esclusivo del bene comune. Penso che in questo caso si andrà a un effettivo miglioramento del progetto originario. E che anche stavolta ognuno potrà a buon diritto rivendicare i suoi meriti. Senza pretenderne l’esclusiva.

  22. riki scrive:

    mi dispiace leggere queste tue righe Luca, la convinzione di avere ragione a tutti i costi non vi porterà molto lontano soprattutto se non leggete con attenzione ciò che è stato scritto, soprattutto da voi.
    sai cosa ci fa onore invece che noi abbiamo riportato articoli di giornale così come sono stati scritti dai giornalisti stessi senza produrre volantini di autocelebrazione (PD) o di diffamazione nei nostri confronti(vedi le ultime di Nuova Bazzano in giro per il paese)pur essendo a conoscenza della notizia prima dell’uscita dei quotidiani.
    Poi almeno noi le cose le diciamo in faccia non usiamo mezze parole o messaggeri come fa qualcuno al vostro interno.
    aggiungo solo viva il risultato e bona Lì!

    p.s. il vostro allora è stato un volantino di ripicca per il nostro articolo sul Melograno? “chiesto e ottenuto” sono parole che in italiano non sono sinonimi di imposizione e/o costrizione!

  23. lucagrasselli scrive:

    Nessuna ripicca, solo l’invito a non utilizzare pesi e misure diversi per quello che ciascuno scrive. CB non fa mai, quindi, “autocelebrazione”? Ma almeno vedo che riconosci una differenza tra il nostro volantino – che non contiene critiche a CB, ma denuncia in generale, almeno a mio modo di vedere, un atteggiamento di antipolitica che può allignare anche presso di voi ma sicuramente non solo – e lo scritto di Nuova Bazzano (che non ho ancora visto personalmente).
    Sulle “mezze parole o messaggeri” non ho capito a cosa ti riferisci. Io le cose cerco sempre di dirle direttamente, anche a mezzo blog.

    Quanto agli articoli di giornale… stendiamo un velo, ma la libera stampa è la libera stampa. Direi che li abbiamo accettati con più filosofia di quanto voi abbiate accettato il nostro volantino…

  24. Simone Rimondi scrive:

    Direi che chiunque legga il tuo blog, Luca, possa ora farsi una idea di come sono accadute le cose.

    A settembre arriverà l’automedica, sono felice ed emozionato.

  25. lucagrasselli scrive:

    Questo blog esiste per farsi delle idee e discuterle.

    Speriamo che le promesse vengano mantenute – non ho motivo di pensare diversamente – e speriamo ancor più che questa sia una tappa importante del progressivo rafforzamento dell’ospedale.

  26. Saus scrive:

    la mia opinione

    ribalto la frittata:

    l’auto medica c’è grazie al solo impegno messo in atto presso le sedi istituzionali dall’amministrazione?
    Vi sembra allora possibile che non si sapesse nulla di questo impegno che, come avete detto più volte “va avanti da molto tempo”?
    La strategia e il modo di presentarsi che ne risulta è: tranquillo cittadino, c’è chi sta pensando e lavorando per te, tu verrai informato solo a cose fatte. Perfetto stile PD, arrogante!!
    A me sembra che questo non sia un buon modo, sempre accetando come vera questa ricostruzione degli eventi e degli impegni.
    saluti
    Saus

  27. alice scrive:

    nonostante tutte le polemiche..volenti o nolenti civicamente e il PD hanno lavorato x ottenere la stessa cosa!!AVETE COLLABORATO in fin dei conti, E CON OTTIMI RISULTATI x noi cittadini “esterni” alla gestione della faccenda siete stati bravi!scusate il sarcasmo, ma se le energie e le ore che avete impiegato in questa questione fossero state utilizzate x altre iniziative sarebbe commovente.. proseguirò sulla stessa linea dato che fa presa, anche se so che nn è poi così edificante,.. se si accendesse, ora, una bella dose di polemiche sui servizi per l’infanzia e sulla mia solita pezza sul verde urbano scommetto che, ciò che si sta già facendo (mi riferisco all’impegno di Simone Ruggeri, del labsus, ma anche ad esponenti di Civicamente bazzano tra cui e che sicuramente porterà ad alcuni risultati..), si trasformerebbe in un progetto da far inviadia a tutti i paesi a noi limitrofi..Forse è necessaria la polemica il dibattito caldo,la provocazione per attivare tutti quei meccanismi di virtuosismo indotto..se non scatta la moda o la corsa al merito vien fatto tutto in modo “trascinone” come amava definire il mio stile la mamma quand’ero piccola..!

    p.s.Sia chiaro che non intendo criticare quello che sta facendo alla grande Ruggeri, che per altro è di una disponibilità unica ed è l’unico che si sta veramente impegnando,la mia critica è rivolta a tutti quelli che invece, pur essendo cittadini attivi e responsabili, non stanno facendo nulla. Dato che il progetto è stato definito di “cittadinanza attiva” e si gioca su concetti di sussidiarietà ecc.., credo che sia necessario, anzi assolutamente indispensabile l’impegno di molti..
    spero di non aver fatto arrabbiare nessuno..
    bacioni
    alice

  28. Simone Rimondi scrive:

    Che belle le tue parole Alice🙂 Ridanno la dimensione delle cose come realmente sono.
    La politica purtroppo e’ fatta anche di “corse e rincorse ad acchiapparsi i meriti” quando invece a volte basterebbe riconoscere che certi risultati si ottengono solo collaborando.

    Che il tuo monito ed invito sia da stimolo per tutti.

    Per il tuo progetto sai che puoi contar su di me (con tutti i limiti che questo comporta🙂 )

  29. alice scrive:

    tra l’altro mi son sbagliata,..dopo esponenti di civicamente bazzano tra cui..volevo scrivere il tuo nome, poi non ho riletto ciò che ho scritto e vedo solo ora che non si capisce un tubo ed è tutto sgrammaticato..!!scusa se non ho riportato il tuo nome che invece andrebbe assieme a quello di Ruggeri scritto in maiuscoletto!!!poi x precisione: Il progetto non è mio. E’ del Comune in collaborazione col labsus. x piacere, non chiamiamolo “il mio progetto”..io rompo solo a destra e a manca..ciascuno faccia ciò x cui è ferrato!

  30. lucagrasselli scrive:

    Alice, forse la più saggia di tutti.

  31. SILVIA scrive:

    Finalmente Alice ha riportato il piano della discussione a un livello accettabile e gradevole.
    Quello che auspico, come cittadina, è che in futuro vi sia un’Amministrazione più trasparente, che ci metta costantemente al corrente, anche nel corso dei Consigli Comunali, del prezioso lavoro che sta svolgendo (altrimenti, mi chiedo che senso abbiano per noi cittadini i Consigli Comunali). In questo modo si evitano le sorprese, che personalmente non amo, in quanto, se a volte sono belle (come nel caso della nostra meravigliosa nuova auto medica), a volte possono essere piuttosto “sgradevoli” (si pensi a quando scoprimmo che il tracciato della Nuova Bazzanese prevedeva un tratto sopraelevato sul piano di campagna del tipo “muraglia cinese”). Solo un’Amministrazione che parla con i “propri” Cittadini può rispondere ai bisogni di questi ultimi e imprimere una spinta affinchè si passi dall’attuale senso di lontananza ed estraneità della politica ad una dimensione di condivisione che ci permetta di nuovo di essere una collettività.
    VIVA L’AUTO MEDICA!
    Silvia

  32. alice scrive:

    ma da quello che ho capito ci sono stati incontri coi cittadini x parlare della bazzanese..civacamente, PD, entrambi l’hanno fatto..correggetemi se sbaglio?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: