Breaking news – Retata a Bazzano?


Ci informano che un’operazione di polizia è scattata a Bazzano poco più di mezz’ora fa nell’area della vecchia autostazione, già oggetto in passato di analoghi accadimenti. Si parla di tre macchine dei Carabinieri ferme sulla rotonda all’incrocio tra via Carducci  e la Bazzanese, in prossimità del locale “Loto Rosso”, mentre altre due arrivavano a sirene spiegate. Ci premureremo di riportare eventuali ulteriori particolari e sviluppi.

11 risposte a Breaking news – Retata a Bazzano?

  1. felice venanzio scrive:

    [mi tocca censurare la battutaccia… LG]

    Sono basito pure io … chissà quanti bazzanesi pensano che l’amministrazione invece di migliorare il paese guardi in aria ad aspettare che qualcuno operi per loro. Strane idee girano tra noi ! Bazzanesi ! Svegliatevi da questo lungo sonno ! Come dice il sindaco: c’è un programma “alto” da realizzare per il paese … E poi ci si meraviglia che si vota a destra … Dovremmo davvero avere più spirito critico e non bere dai mass media che fanno male ! Perché non ci chiediamo prima di “bere” notizie sbagliate qual è la vera realtà delle cose ?
    Sono basito pure io … Sono basito pure io …
    **************************
    14 maggio 2010 alle 10:38
    A quello che suggerisce “il nuovo” aggiungerei che in generale manca prima della politica ” un’aria di solidarietà ” tra le relazioni personali. La solidarietà gioverebbe sicuramente anche all’ambiente politico.
    Sicuramente oggi chi si impegna ad aministrare non si chiede: “A che serve la politica ?” e: “Come fare politica in modo da portare utilità alla comunità in cui vivo ?”.

    Se poi come dice Luca, ed è sicuramente vero, che nei partiti si respira aria di superiorità e presunzione sui reali bisogni della gente, allora a cosa giova un partito vecchio o nuovo che sia ?

    Aggiungo anche che, le nuove formazioni politiche, come le liste civiche pecchino di due cose: mancanza di progetti alternativi e opposizione poco costruttiva (talvolta distruttiva) che va a discapito del paese in cui opera e poca esperienza dei volenterosi in politica. Alla fine rischiano di fare del male invece che del bene.

    Recuperiamo il concetto di solidarietà e tutto cambierà. Un bel motto questo che sicuramente si perderà. O si è già spento ?
    **************************
    15 maggio 2010 alle 9:47
    Si tiene a precisare che l’appunto su liste civiche è generale, e tiene conto della situazione in varie realtà comunali. Nei dintorni e in Italia. Poi constato che a Bazzano la si prende come una provocazione dettata anche da permalosia. Ben felice se a Bazzano non è così che funziona. Scrivo sempre nell’interesse per un Paese migliore. Sono bene accette anche le “riserve indiane” basta che non si proponga un federalismo molto spinto che va contro il principio di solidarietà. I segnali di fumo sono bene accetti e anche gli elettori che hanno posto la fiducia nelle liste civiche non sono affatto da disprezzare. Il PD bazzanese non capirà fino a quando ci sarà del “vecchio”, dell’opportunismo, e un apparato che vive con i soldi del partito e non della propria professione e onesto lavoro. Con questo voglio esternare che non piaccioni affatto quelli che lavorano nella federazione dei partiti. Sono proprio necessari ?
    *************
    Non c’entra nulla con questo post. Ma se a Bazzano siamo tutti irretiti dal nuovo che non avrebbe capacità di governare … è meglio una retata !

  2. riki scrive:

    d’accordo che il programma elettorale dell’amministrazione sia scritto bene e ci siano molti punti condivisibili che possono, se realizzati, portare beneficio alla cittadinanza.
    Infatti credo che una lista di opposizione come civicamente Bazzano che di certo non è ne ditruttiva ne critica a priori possa dare un contributo importante in questo senso.
    lo dimostra il nostro compertamento in consiglio comunale e la collaborazione con la maggioranza per la stesura del bilancio di previsione che vede la realizzazione di cose necessarie e indispensabili per il Paese.
    Io accetto tutti i punti di vista senza essere permaloso solo chiedo il riconoscimento del nostro lavoro, poi ognuno nel suo piccolo tirerà le somme.
    Non si fa politica per essere votati alle prossime elezioni, almeno questo è il mio pensiero, ma solo perchè come cittadini si vuole il meglio per il proprio paese.
    io sono nato e cresciuto a bazzano perciò questo è il mio modo di affrontare la vita politica.
    Poi non è che sono pagato per farlo quindi almeno spero che sia apprezzato l’impegno di un giovane che insieme ad altre persone lavora per il territorio e che cerca di imparare step by step.
    Ma dell’operazione di polizia si sa qualcosa?
    saluti

  3. lucagrasselli scrive:

    Nessuno vuole ignorare il vostro lavoro. Vorrei che anche voi non sottovalutaste quello degli altri. Ma detta così sembra che facciamo a chi ha iniziato prima. Piuttosto, è vero che tutti abbiamo da imparare.

    N.B. Neanch’io “sono pagato per farlo”, ci metto un sacco del mio tempo (chiedere alla consorte, poveretta) e (tra una cosa e l’altra) anche un tantino del mio denaro. Così per chiarire, eh.
    E – a parte, com’è giusto, i membri della giunta – nessun altro di quelli che a Bazzano si occupano di politica e di amministrazione è “pagato” per quel che fa (il rimborso dei consiglieri è irrisorio). Questo aiuta anche, penso, ad avere una politica più sana.

    Dell’operazione di polizia non ho più saputo niente… se qualcuno ha informazioni aggiorniamo il post volentieri…

  4. riki scrive:

    infatti Luca nel mio commento precedente non ho criticato/sottovalutato nessuno anzi ho esplicitato che il vostro programma è condivisibile e la dimostrazione più plateale di ciò è stata la condivisione del bilancio di previsione. Io sono per abbassare i costi della politica ma di brutto anche, ovviamente partendo dall’alto fino ad arrivare, se necessario, ai Comuni più piccoli. Ovviamente non penso che a Bazzano gli amministratori navighino nell’oro…non ho gli occhi bendati!
    non esageriamo comunque! nessuno di noi ha manie di grandezza tali da poter giudicare il lavoro degli altri, solo che sarebbe giusto che l’amministrazione cominciasse a rendere la cittadinanza più partecipe nelle decisioni. Ti faccio un esempio: la partecipazione non è quando tu informi la gente di quello che farai, ma è chiedere ai cittadini di partecipare a costruire le decisioni” …resta il fatto che gli amministratori eletti poi valuteranno quanto discusso in assemblee pubbliche perchè il momento finale spetta a loro.
    sono solo consigli non critiche, vorrei essere chiaro in questo senso!
    ciao

  5. felice venanzio scrive:

    La battutaccia … sì era da censurare. La censura è saggia !

    Spero di sollevare meno polvere la prossima volta …

  6. alice scrive:

    luca, non voglio essere troppo dura..anzi applichiam bein il principio dell’epochè e atteniamoci ai soli slogan: viva la libertà di parola e di opinione, viva la democrazia ecc..ma sto felice veneziano dico io..????!!!sarà mica willy wonka, il cappelaio matto o socciachetasta??? peeeeeeeeso

  7. crispino da viterbo scrive:

    eh vero !
    proprio peso sto felice veneziano: aspre critiche, spesso dure e pesanti …

    ma è utile inasprire l’ambiente ? le sue opinioni senza mezzi termini … sono davvero utili a chi legge ?

    ma la solidarietà è ancora un concetto realizzabile o si sta parlando di chimere impossibili in questo nostro paese/mondo individualista dove comanda il dio denaro ? il qualinquismo, il pressapochismo, il comunismo (dice Silvio B.) … e chi più ne ha più ne metta!

    Altra domanda: ma questo blog, che penetrazione ha nel Paese di Bazzano, chi sono quelli che leggono e donde vengono, cosa fanno nella vita ? E’ possibile fare un’indagine multiscopo ? Mi offro per la stesura del questionario di prova.

  8. alice scrive:

    GRANDE IO CI STO!sono l’alice dyczkowski puoi chidermi l’amicizia su facebook!e tu crispino da viterbo chi sei???

  9. pietro sanz scrive:

    Chi mangiato ha la foglia, la seconda non s’imbroglia!

    Ma quando la fanno ‘na retata in parlamento ?

    Crispino da viterbo è … uno di calendario … anch’io che scrivo ora … lo sono … un solo cervello … tante membra.

    Talvolta mi confondo … in questo paese me sembra d’essere ‘na membrana.

    Facciamo che la prima volta che t’incontro … ti saluto e mi svelo. Abbi pazienza e vedrai …

  10. pietro sanz scrive:

    Dimenticavo che … so allergico a feisbuk … e su feisbuk non ci sto.
    C’ho diverse imeil ma non uso scaip e neppure messenger, telefono poco. Ma piace ricevere telefonate, se no mi annoio.
    Grazie
    Ciao

  11. Scozzese scrive:

    Sanz pluma!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: