E adesso, lavoriamo


Carissimi,
bentrovati dopo questa pausa piuttosto lunga.

Vi do subito i dati delle primarie di Bazzano, che hanno visto un’affluenza molto superiore alle previsioni (hanno votato 840 persone):

Per l’elezione del segretario nazionale:

Pierluigi Bersani 543 voti   65,4%
Dario Franceschini 198       23,9%
Ignazio Marino 89 voti       10,7

Bianche 4 Nulle 6

Per l’elezione del segretario regionale:

Stefano Bonaccini 515 voti   62,9%
Mariangela Bastico 219          26,7%
Thomas Casadei 85                  10,4%

Bianche 14 Nulle 7

(Non ho ancora i dati distinti delle due liste che appoggiavano Franceschini; da quel che ricordo, “Democratici per Dario Franceschini” era largamente prevalente su “Con Debora Serracchiani Semplicemente Democratici per Franceschini”, che ha ottenuto per il nazionale una trentina di voti: quindi circa 20% la prima, circa 4% la seconda.)

Ci sarà tempo per analisi più approfondite. Queste primarie hanno dimostrato che moltissime persone credono – nonostante tutto – nel Partito Democratico, ma chiedono un partito più forte, più serio, più partecipato, più vicino alle persone e ai loro problemi, alle loro speranze, ai loro sogni.

Adesso è tempo di lavorare sul serio.

37 risposte a E adesso, lavoriamo

  1. Nick Name scrive:

    Solo questo slogan:

    PD-L è una “fede”
    PD+L è opportunismo

    In linea di massima … poi c’è qualche opportunista anche in PD-L ma come fare ad individuarli e metterli alla gogna ?

    Cerco soluzioni per un partito onesto trasparente e … democratica-mente al massimo!

  2. silvia scrive:

    Purtroppo sul fatto che il PD sia un partito partecipato io nutro sempre più dubbi. Oggi alcuni miei “colleghi” di Lista Civica (io sono di Civicamente Bazzano) mi hanno riferito di non aver potuto esprimere il loro voto alle primarie di ieri.
    Addirittura non è stato consentito di votare a persone che appoggiano soltanto la nostra Lista e che da sempre, a Bazzano, sono impegnate a portare avanti valori che ritengo fondamentali, come quelli della Resistenza dalla quale ha preso vita la nostra bella Costituzione.
    Questo personalmente lo trovo molto grave. Io non so più che dirVi, se non che c’è bisogno di coerenza. Le le Vostre azioni sono totalmente in contrasto con quello che professate.
    Se inizialmente ho provato tanti rimorsi non votando più PD oggi penso che quella che ho imboccato sia l’unica strada per il cambiamento.
    Silvia

  3. lucagrasselli scrive:

    Cara Silvia,
    il regolamento delle primarie impediva di ammettere al voto chi si era candidato, alle ultime elezioni, in liste concorrenti a quella del PD.
    Si può sicuramente discutere sull’opportunità di tale norma (ma del resto una qualche forma di norma dev’esserci: avremmo dovuto far votare, per esempio, un consigliere di Nuova Bazzano?). In ogni caso c’era, e abbiamo dovuto applicarla. Anche se con sincero dispiacere.

  4. Flavio scrive:

    Cara Silvia,

    che il Pd sia un partito partecipato lo dimostrano i numeri, lo dimostrano gli 840 cittadini bazzanesi che ieri si sono messi in fila per decidere chi fosse il loro Segretario Nazionale, concedendo parte del loro tempo e un piccolo contributo economico per partecipare ad un evento che è unico a livello mondiale.

    Nessun partito di destra o di sinistra nel mondo, nessuna lista civica, decide il proprio Segretario con una primaria aperta a tutti i cittadini simpatizzanti e sostenitori. Gli unici che lo fanno credo che non meritino di essere criticati, almeno sotto quest’aspetto. Anzi a volte ho l’impressione che si critichi a priori senza aver mai provato, seppur a volte invitati a farlo, a portare il proprio contributo in un partito aperto.

    Credo però che non si possa essere simpatizzanti e sostenitori di un partito solo quando c’è da decidere e invece,non più di quattro mesi prima, ci si candida o si sostengono pubblicamente altre liste concorrenti del PD. E’ appunto questione di coerenza: prima si dice (e lo si scrive) di voler superare la forma partito e se ne sottolineano aspramente (a volte anche giustamente) le criticità, poi, dopo solo 4 mesi, si vuole partecipare alle decisioni di quel partito tanto criticato e mai sostenuto? Allora a questo punto anche un elettore del PDL potrebbe venire ad inficiare i risultati di un evento di inusuale democrazia.

    Ed è proprio perché si tratta di un evento democratico che vi sono delle regole per farlo essere veramente tale. Le regole sono sostanza e anche coerenza nel farle rispettare. Si chiede a chi ha sostenuto pubblicamente o si è candidato altre liste al di fuori del PD nell’anno precedente di astenersi dalla consultazione primaria proprio per il motivo di cui dicevo sopra.

    Per quanto riguarda le persone invece che, non senza rammarico, sono state invitate a non votare, hanno tutta la nostra stima e rispetto a partire da chi ha sempre sostenuto e sostiene i valori della resistenza fino a chi ha deciso di dedicare il proprio tempo per la comunità di Bazzano, facendolo in una lista civica, un partito, o un’associazione di volontariato.

    Un caro saluto
    Flavio Corti

  5. Nick Name scrive:

    Ciao Luca!

    Che ne dici di sostituire:
    “Un melograno sul terrazzo”
    con:

    “Un Marrazzo sul melograno”
    … ha combinato una “marrazzata”!

    Già … a parte gli scherzi … come dice Flavio manca pure coerenza …

    E’ vero anche che il cambiamento io lo vedo nel PD ed oramai solo e sempre nel PD … ci sono altri che lo vedono nelle liste civiche e altri (che ritengo invasati) nel PD+L. Nel PD+L vedo anche poco rispetto per la Costituzione, per i cittadini che non la pensano a destra e soprattutto uno spirito critico che ritengo fondamentale in una società fondata sulla democrazia.
    Ora vedo “notte” in questa Repubblica e neppure la stella del mattino intravedo all’orizzonte …
    Fino a quando ?

    N.N.

  6. Leda scrive:

    Condivido l’indignazione di Silvia, e ribadisco che sia criticabilissima la scelta di non fare votare i sostenitori, e questa la chiamate democrazia partecipativa?
    Ma le elezioni non erano rivolte a tutti? questo è il messaggio che alla gente è arrivato e che si è voluto far credere… che delusione!

  7. silvia scrive:

    Vi ringrazio, Luca e Flavio, per la Vostra cortese risposta e, ovviamente, rispetto il Vostro punto di vista. Vorrei farVi solo notare che non tutte le persone che sono state respinte ieri erano candidate in liste concorrenti, ma una svista può capitare a tutti…
    Per quanto riguarda il criterio di scrematura da Voi adottato mi permetto soltanto di renderVi noto che tanti miei conoscenti ed amici che in altri Comuni hanno votato per Liste Civiche o simpatizzano apertamente per queste ultime (vedi Savignano, Piumazzo…) ieri sono riusciti tranquillamente ad esprimere il loro voto. Queste Persone hanno fatto una scelta venendo a votare alle Vostre Primarie: hanno pensato che in questo momento una posizione attiva nello scegliere il Segretario del Vostro Partito fosse necessaria per tentare di arginare quanto sta accadendo attualmente in Italia(sfacelo!!!), indipendentemente dalla posizione assunta a livello locale. Io che, per coerenza, non mi sono comportata così, fino a stamattina ho provato l’ennesimo senso di colpa. Tra le altre cose ammetto che pur avendo seguito le vicende di queste Primarie(che hanno tenuto lontano dalle aule parlamentari i Vostri candidati quando ce n’era più bisogno…) non ne sapevo nulla di queste regole, ma magari è solo colpa mia!
    In ogni caso quel che è stato è stato, Vi faccio i miei complimenti perchè a questo punto penso siate stati più bravi di altre Sezioni nell’applicare le regole, magari perdendo però un po’ di vista ciò che in realtà tali regole avrebbero voluto salvaguardare…
    Silvia
    P.S.: alla luce delle vicende di cui sopra ci sono già alcuni degli 840 cittadini bazzanesi che ieri sono venuti da Voi che mi dicono che alle prossime regionali non sanno più cosa votare.

  8. Flavio scrive:

    Silvia, suvvia non esageriamo. Sembra che invece di un’elezione primaria abbiamo fatto i buttafuori per impedire a decine di persone di votare.

    Le persone invitate a non votare sono state tre: due candidate per liste civiche, entrambe concorrenti del PD, e una firmataria per la presentazione di una delle due liste civiche. Tra l’altro uno dei due candidati (che ieri voleva votare) prima aveva sostenuto Elio firmando per la sua candidatura alle primarie del PD di Bazzano, poi, appena due mesi dopo sosteneva un altro candidato Sindaco e si candidava per un’altra lista (coerenza?). Tutto ciò senza mai motivare al PD questa decisione, legittima sia ben chiaro, ma perché non parlarne al PD caso mai dando il proprio contributo per migliorarlo?.

    Leda, ogni scelta è criticabilissima, ci mancherebbe, e nessuno vi ha mai negato la possibilità di criticare. Anzi lo fate spesso anche su questo blog. Credo sia legittima, però, anche la risposta.
    Secondo me è necessario capire che qui si sta scegliendo il Segretario di un partito, ovvero di “una parte”. E in “quella parte” bisogna crederci almeno un pò e sostenerla nel bisogno, parteciparvi anche a livello locale, non volere esclusivamente decidere gli organi dirigenti. Non mi dilungo sul concetto di democrazia partecipata perché entreremmo nella filosofia politica, ma sta di fatto che nessuno ha mai parlato per le primarie del PD di democrazia partecipata (al limite si è parlato di partecipazione nella scelta del segretario) e sta di fatto che ad oggi la nostra Repubblica è una democrazia rappresentativa, che è ben altra cosa.

    L’invito mio è invece quello di provare a ragionare insieme al PD che potrebbe dimostrarsi molto più aperto alle critiche ma soprattutto ai vostri contributi di quello che pensate. Però bisogna provarci, avvicinarsi, senza criticare a priori ogni tipo di scelta anche all’interno di un percorso democratico, come quello delle primarie, che probabilmente non sarà per voi perfetto, ma è unico a Bazzano, in Italia e nel mondo.

    L’impegno ovviamente deve essere reciproco, anche il PD deve imparare a porsi meglio e a condividere meglio i progetti e le ambizioni per la comunità, ma, vi prego, quando facciamo una bella e unica iniziativa democratica non critichiamola pregiudizialmente perché non ci sembra il mondo perfetto che vorremo.

    Flavio

    (PS. Credo anche io che l’assenza dei parlamentari del PD nella votazione sullo scudo fiscale non sia in alcun modo giustificabile)

  9. Leda scrive:

    Flavio, apprezzo la risposta, ti ringrazio, noi siamo disposti ad ascoltarvi, ma ci è sembrato che partecipare alla vostra scelta fosse una volontà di condividere una scelta tanto importante no solo per voi ma per tutta la sinistra; è normale che ci rivolgiamo a voi, a chi altri sennò!
    Vi faccio un in bocca al lupo, credo che ne abbiamo tutti bisogno.
    Leda

  10. Gocce scrive:

    Mi sembrerebbe giusto tornare al titolo di questo post: “E adesso, lavoriamo!”. Perché noi di sinistra cerchiamo sempre motivi di scontento, perché rivanghiamo sempre ciò che ci è meno paiciuto, ciò che noi personalmente avremmo fatto diversamente? E’ utile, è necessario proiettarsi in avanti. Qui a Bazzano ci sono due posizioni di sinistra: una è quella del PD, l’altra quella di “Civicamente Bazzano”. Chiaro che non si condivida sempre tutto l’uno dell’altro, che ci siano differenze di impostazione, di metodo, di programma… Se non fosse così saremmo un partito unico. Guardiamo però anche a ciò che unisce, ai punti in cui protremmo camminare insieme. Per esempio la difesa “sostanziale” della Costituzione; per esempio la trasparenza; per esempio, l’ambiente; per esempio, la giustizia; per esempio, il lavoro per tutti; per esempio, la pace; per esempio, la convivenza pacifica e arricchente anche se difficile tra “diversi”; per esempio, la solidarietà nel territorio e a livello mondiale… Non mi sembra poco. Poi ci sono i punti di programma e di intervento, specilamente nel locale, in cui divergiamo, in cui ci cristichiamo apertamente e reciprocamente, in cui magari ci battiamo per diverse soluzioni… Questo è il sale della democrazia. Ma non mettiamo mai (o… quasi mai!) in discussione la buona fede e le rette intenzioni degli altri, il loro impegno per il bene comune. Mi pare che l’invito “E adesso, lavoriamo!” non valga solo per gli elettori e i simpatizzanti del PD, ma valga anche per tutti quelli che dalle primarie di questo partito possono trarre motivo di soddisfazione per una riaffermazione di democrazia e di partecipazione popolare.

  11. Nick Name scrive:

    Condivido Gocce quando scrive: “questo è il sale della democrazia”.
    In questo senso bisogna lavorare a sinistra: portare avanti i grandi ideali.
    Farei proprio lo slogan: “pensare globalmente e agire localmente”.
    Lasciamo da parte il modo di operare e guardiamo l’obiettivo: raggiungere con la concertazione dei cittadini un paese Bazzano migliore di ora.
    Auspico comunque collaborazione costruttiva con le liste civiche.
    Auspico anche che si eliminino gli sprechi a livello familiare che a livello istituzionale.

    N.N.
    (un bazzanese sul terrazzo)

  12. Nick Name scrive:

    Fondamentalmente non voglio disprezzare nessuno che la pensa “a sinistra”.

    Se la sinistra non fosse così … “arcobaleno” …
    mi sapete dire come faremo ?

    Queste primarie vogliono anche esprimere un “NO” ad una destra invasata per Silvio:
    venite a votare – si incitava – per far sapere che a sinistra dopotutto la pazienza sta per finire …
    Quando si scende in piazza tutti assieme ?
    Dovremmo prendere esempio dai cugini francesi senza scadere nel teppismo: loro per ottenere la loro causa fermano il paese invece noi italiani: non sappiamo neppure chi siamo quando osserviamo la nostra faccia allo specchio la mattina!
    Abbiamo un’identità debole e come dicevo poco spirito critico.

    Meditate …

    N.N.

  13. Simone R. scrive:

    Condivido sia gocce che NICK NAME. Occorre lavorare assieme sui grandi temi che ci uniscono ed imparare che e’ solo con la collaborazione di tutte le forze migliori di un territorio che si possono esprimere politiche collettive di grande profilo.

    Credo anche che per costruire politiche di altro profilo UNITARIE, serva molta attenzione anche ai piu’ piccoli dettagli, anche perchè ognuno ha le sue senisbilità, il suo modo di vedere e percepire i fatti.

    Mi permetto quindi di farvi una piccola critica (non polemica, come nello stile di Civicamente Bazzano).
    Andando a leggere dal sito: http://www.partitodemocratico.it/allegatidef/delibera5988491.pdf , si evince che, da regolamento, chi non e’ iscritto a partiti concorrenti al PD o eletto in liste concorrenti al PD avrebbe potuto votare.

    Così non e’ stato per un caro amico elettore del PD (alle Europee ed alle Provinciali)e candidato in Civicamente Bazzano alle Comunali.
    Credo che da parte degli amici del PD BAZZANESE vi sia stato un eccesso di severità nell’interpretare il VOSTRO regolamento che vi riporto nelle parti piu’ salienti:

    a) Sono esclusi dalla registrazione nell’albo e dal voto gli elettori e le persone iscritte ad altri partiti politici;

    b) sono esclusi dalla registrazione nell’albo e dal voto se, notoriamente, rientrano in uno dei casi previsti dal codice etico ossia : emessa misura cautelare personale non annullata in sede di impugnazione, emessa sentenza di condanna , ancorché non definitiva, ovvero a seguito di patteggiamento ; disposta applicazione di misure di prevenzione personali o patrimoniali, ancorché non definitive, previste dalla legge antimafia;

    c) se, in quanto eletti, essi risultano aderenti a gruppi consiliari e parlamentari di altri partiti o raggruppamenti politici in aperto contrasto con il PD, non sono ammessi al voto a seguito di dichiarazione, a verbale, del Presidente e degli scrutatori,all’unanimità.

    Non mi pare che NOI e VOI siamo in “APERTO CONTRASTO”.

    Comunque, nonostante tutto, continuiamo a lavorare sodo😉

  14. Nick Name scrive:

    Ora non starei a guardare i regolamenti che attuativamente posso essere interpretati diversamente.
    Il passato è passato, anche se, fossi stato presente, io quelli di civicamente li avrei esclusi per poca coerenza.
    Chi si impegna a votare alle primarie, o altre consultazioni del genere, indette da PD si impegna altresì a condividere anche il resto che può essere democraticamente opinabile nelle sedi opportune.

    In questo senso quelli di civicamente non li vedo coerenti ne condividenti.
    Non c’è coerenza neppure nel PD, è vero, ma non c’è coerenza in nessun partito o formazione politica allora …

    Quindi … coraggio civicamente: condividete! democraticamente e … civicamente!

    A sinistra pazientemente!

  15. GBParente scrive:

    Carissimi tutti mi sento tirato in ballo ed allora come il buon Silvio “ora parlo io”.
    Ringraziando Simone che mi ha preceduto portando all’attenzione di tutti il famigerato regolamento devo dire che Flavio ha avuto ragione ad escludermi domenica sera dalle primarie del PD, perché il punto a) esclude dalla registrazione nell’albo e dal voto iscritti ed elettori di altri partiti politici.
    Concedendo a Flavio il facile teorema candidato = elettore, aveva in una interpretazione estremamente rigida del regolamento (per inciso datato 23 ottobre)tutte le ragioni di dirmi, a dire il vero in modo un pò brusco, che non potevo votare.
    A questo punto però, se con la mia persona il teorema era abbastanza facile, con altre persone la cosa – data per scontata la segretezza del voto – si faceva più difficile. Tant’è che avendo portato anche mio figlio a votare ho interrogato Flavio se anche a lui fosse impedito il voto. Flavio senza tentennamenti ha dichiarato che mio figlio poteva votare: il teorema figlio di candidato partito avverso = elettore partito avverso non lo ha sfiorato? E gli elettori del PD hanno un’aureola con il simbolo del partito democratico da essere così facilmente distinguibili? Se escludiamo questa punto “controverso” del Vostro regolamento, nient’altro mi impediva di essere ammesso al voto. Per inciso avete chiesto copia del casellario giudiziale alle persone che si presentavano per essere sicuri di non ammettere al voto persone sgradite per il punto b)?
    Quanto scritto sopra non vuole essere polemico e concordo con Voi quando dite che ci devono essere delle regole – mi sembrava troppo strano che tutti indistintamente potessero votare come previsto dal vademecum del 22 settembre http://www.partitodemocratico.it/allegatidef/vademecum86697.pdf – e le regole vanno applicate, ma è proprio nella loro applicazione che si può e anzi si dovrebbe essere attenti, perché se io non fossi stato candidato nel partito “avverso” non potevi escludermi anche fossi stato un elettore del PDL (come potevi saperlo?) così come giustamente non è stato escluso mio figlio pur essendo lui sì un elettore di Civicamente Bazzano (a 18 anni con il padre candidato per chi credete abbia votato?).
    Non voglio essere polemico ma la delusione mi spinge malgré moi ad esserlo, anche perché “io ci tengo” al PD. Sono stato elettore del PD, nelle sue precedenti denominazioni, da 30 anni e nell’ultima tornata elettorale, quella che mi vedeva candidato alle comunali, il PD – per usare una metafora calcistica – vinceva 2-1. Ed ora?

    Ed ora auguro a Bersani di riuscire a lavorare e far davvero diventare domenica 25 ottobre 2009 un “bel giorno per la Democrazia”, non deludere i tre milioni di persone che si sono presentati al voto e a tutti noi l’invito a “lavorare senza esclusioni pregiudiziali.

    Giovanni

  16. Simone R. scrive:

    Scusami, ma davvero non ti capisco. Che mancanza di coerenza c’e’ in una persona che vota da sempre PD , che voto’ per Veltroni alle primissime primarie e che ha solo avuto il torto di candidarsi in una lista civica (come civica e’ quella del PD Bazzanese) alle comunali?

    Alle provinciali ed alle europee (1 giorno prima delle comunali) ha pur votato per il PD…

    Mi sembra che sia molto rigida la cosa, piuttosto anzichenò.

    Piu’ che mancanza di coerenza, oserei dire che vi e’ stata mancanza di coraggio. Il coraggio di “mescolarsi”.

  17. Nick Name scrive:

    Visto l’evoluzione …
    mi sembra …
    Tutto uno zibaldone …

    Come a livello nazionale …
    Aspetto che metta tutto a posto …
    Un bel fortunale!

    E che diamine!

  18. saus scrive:

    un saluto a quelli che hanno votato alle primarie e sono stati portati nel grande partito democratico dal politico Francesco Rutelli

  19. Rufus scrive:

    Mi sembra che qualcuno, in un post più sopra, abbia detto che è stata allontanata dal seggio una persona che aveva firmato per la presentazione di una delle due liste civiche. Ho capito bene?
    Come facevate a saperlo? Conoscevate a memoria i firmatari per le altre liste o avete dato una sbirciatina (e una copiatina) a quelle liste?
    Forse sbaglio, ma mi sembra di ricordare che i dati relativi ai firmatari per la presentazione delle liste alle elezioni (comunali, ecc.) devono essere utilizzati dalla commissione elettorale per le sole finalità previste dalla legge elettorale e che, in base alla legge sulla privacy, i loro dati non possono essere trattati da altre persone.
    Mah, un bel mistero…

  20. Flavio scrive:

    Una risposta a Rufus che insinua cosa totalmente false.

    Primo:le liste elettorali del Comune sono pubbliche per Consiglieri, membri della commissione elettorale, parititi politici che ne facciano richiesta.

    Secondo:la persona a cui si fa riferimento ha pubblicamente dichiarato di avere firmato per la presentazione della lista di Civicamente Bazzano in diverse occasioni. Quindi non c’era bisogno di nessuna ” sbirciatina” o ” copiatina”, come con inutile e sgradevole malizia si insinua.

    Terzo: la persona in oggetto è anche Segretario e dirigente locale da anni di un partito che non è il PD e quindi bastava questo elemento per invitarlo a non votare.

    Il PD di Bazzano è abituato a rispettare le regole e a metterci la faccia. Alcuni invece si nascondono dietro brutti pseudonimi insinuando cose false e offensive, delirando con interventi inutili nei blog.

    Flavio Corti

  21. lucagrasselli scrive:

    Come vedete, sono ben felice di ospitare su questo blog un libero dibattito, anche quando è franco e polemico. Anzi, grazie per tutti i contributi.

    Interventi allusivi – in particolare laddove prefigurino presunti illeciti, non solo senza dimostrarli ma anche senza assumersi la responsabilità di un nome e un cognome – non sono invece graditi; quando vi si ravvisassero gli estremi della diffamazione verso chicchessia, o peggio, saranno immediatamente eliminati. Per il resto, prego.

  22. riki scrive:

    le primarie non servono anche per raccogliere dei soldi?
    poi dire che siete l’unico partito che fa delle elezioni primarie democratiche mi fa un po’ sorridere…le fate poi anche pagare!
    cosa c’è di così democratico nel PD? e nella sezione di Bazzano?
    quando dovete eleggere una decina di segretari lo fate democraticamente mentre quando dovete prendere decisioni importanti (vedi tutta la storia con civicamente)non vi consultate nemmeno fra di voi.
    io dico: questa non è coerenza…e poi caro flavio, caro luca, ma non è criticare questo, è solo dire come stanno le cose in realtà.
    noi siamo sinceri e democratici perchè ci consultiamo e soprattutto comunichiamo fra di noi cosa che voi palesemente fate di rado.
    una domanda; secondo voi ci dobbiamo conoscere prima di intraprendere una strada insieme…ma voi vi siete conosciuti così bene prima di fare una lista civica per concorrere alle elezioni scorse?
    secondo me voi pensate troppo guardando a ciò che accade a livello nazionale o regionale piuttosto che pensare che per ora quello che veramente interessa agli elettori bazzanesi sia il loro paese.
    quanti hanno votato alle primarie più volte senza essere controllati? quanti hanno votato pur essendo candidati in altre liste per le comunali? le prove di tutto ciò le avete proprio a pochi km da voi…questa è la coerenza di un grande partito di sinistra(centro) come il PD?
    io sinceramente non vi credo più quando parlate magari il tempo vi darà ragione, ma sappiate che ha bazzano sarete costretti a lavorare bene questi 5 anni di amministrazione, perchè noi di civicamente che pensiamo all’80% a cosa fare sul territorio bazzanese metteremo in campo ideee e forze facendo opposizione consapevole.
    che a livello nazionale ci siano grossi problemi non ho dubbi! iniziate a scrivere lettere ai vostri parlamenteri ammonendoli del loro comportamento…poi se bersani sarà capace di invertire la rotta ne sarò più che felice soprattutto ora che vi siete tolti un peso come rutelli e chi sa chi altri! Pensiamo a bazzano intanto!
    Quando inizierete a comunicare tra di voi forse riuscirete a farci capire le vostre intenzioni in modo chiaro.
    con assoluto dissenso e rispetto, riki di CB

    p.s. forse non sarò andato in fila a dire le cose ma mi piace la scrittura a getto di inchiostro.
    no agli pseudonomi anche perchè il blog di luca è come essere in piazza a bazzano

  23. Nick Name scrive:

    A Riki diamo tanti euro cosi non rompe le .!

    Scusate l’espressione ma, quando invece si cerca di dividere in tutti i modi, invece che di unire le persone per un progetto democratico … allora non ci sto!!!

    I soldi è facoltativo darli o non darli: giustamente molti sono andati a votare non dando un centesimo perché si è speso per fare propaganda per le primarie … e io sono tra questi!!!
    E poi … eccetera eccetera, la polemica tanto per far polemica non piace: così caro Riki rischi di essere messo da parte!
    Sull’operato di civicamente riguardo il contatto con la gente non ho nulla da dire senonché ribadire che tiene un comportamento esemplare. Oggettivamente.
    In civicamente vedo anche però un po’ di opportunismo in chi desiderava avere qualche poltrona … provate a smentire!

    Ora non mi va più di scrivere … come si fa a fare proposte ad uno come Riki ?

    Ma c’era proprio bisogno di fare un nuovo schieramento a Bazzano ? Non era forse meglio e più utile rinnovare assieme con chi stava e sta lavorando per il paese ? In questo modo non si mettono in difficoltà i cittadini di Bazzano autoctoni e non, che si trovano disorientati riguardo all’operato di chi amministra e a chi rema sempre contro ?
    E’ naturale che le scelte di metodo sui problemi che si presentano siano sempre opinabili. Ma come sappiamo non esiste un provvedimento giusto per tutti come non esiste una legge che copre tutte le casistiche (una legge giusta per tutti).
    Non vedo il motivo per cui non si debba lavorare assieme.
    Assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme, assieme …

    Bene ricordatevi e meditate: ASSIEME !
    (scusate questo “sgarbismo”)

    Per quanto riguarda gli pseudonimi: credo siano l’anima del blog. E’ l’amministratore del blog che decide, è lui che conosce tutti. Mi rimetto al suo insindacabile giudizio! Viva questo blog! Per sempre!

    Nick

  24. Nick Name scrive:

    Non c’entra niente: ma questo blog va sempre ad ora legale ?

  25. riki scrive:

    ma chi sei tu nick name? che non hai neanche le p…. di scrivere il tuo nome…ma sai almeno chi sono io? abbiamo mai parlato? per favore non dire cose che non sai cmq se io dovessi lavorare con uno che mi insulta senza conoscermi non ci penso nemmeno!
    lavorare assieme a chi? a voi? io ho solo detto che prima di collaborare occorre che vi sistemiate un pochetto al vostro interno, perchè quello che ho capito dopo l’incontro di giovedi scorso è che comunicate poco tra di voi…dimmi se ho torto?
    per fortuna poi che non volevo essere polemico nel commento precedente dove ho solo riportato dei fatti reali!
    se vuoi darmi dei soldi ben volentieri saprei di sicuro investirli meglio di voi, soprattutto in campagna elettorale!!!!
    io non mi scuso con nessuno perchè dire la verità non è uno sgarbo!
    tanti saluti e se qualcun altro ha intenzione di rispondere con sgarbismo almeno che lo faccia facendosi riconoscere (parere personale eh!)
    buona domenica, Riccardo Sandri (bazzanese di Civicamente Bazzano)

  26. riki scrive:

    poi nick name di che poltrone parli? sinceramente a me interesserebbe sedermi su una poltona solo sapendo di poter dare un grande contributo al mio paese, dove sono nato, cresciuto e nel quale ho sempre cercato di rendermi attivo pur non guadagnando nemmeno un ghello… e non parlo di mesi di lavoro parlo di anni! quindi eccoti la tua smentita sulla ricerca ossessiva delle poltrone bollenti dell’amministrazione bazzanese.
    ti posso assicurare che se avessimo voluto ottenere delle poltrone facili saremmo venuti a bussare alle porte del PD senza nemmeno pensare di costruire un lista civica come la nostra che a dire la verità ci è costato un impegno non da poco, sia economico che psicologico. Ricordati che siamo partiti da zero noi!
    a noi quello che ci interessa è avere un rapporto diretto con le persone, nostri concittadini, e come hai detto tu (unica cosa vera e giusta del tuo commento) lo facciamo da anni al banchetto del sabato e non solo.
    se vuoi mi trovi li per discutere civilmente sulle nostre divergenti opinioni!
    a presto, Riccardo S. (PVdCB)

  27. Nick Name scrive:

    … articolo 21 della costituzione …
    … leggete e meditate …

    A me pare che questo blog sia come una piazza: in una piazza succede che uno del pubblico può prendere la parola nell’anonimato ed esprimere il proprio pensiero.

    Sembra di essere in Iran dove uno studente che fa domande legittime del loro operato ai governanti: è arrestato e …

    Non credo di aver insultato nessuno ma ritenuto inopportuno un intervento un po’ duro e poco costruttivo.

    Nick è uno di sinistra: da questo avete scoperto l’acqua calda. Si evince che sono di sinistra da quello che scrivo.

    Ma poi come scrivevo prima: sono uno di piazza che esprime la propria opinione senza il proprio nome. Se avessi un volto cambierebbe qualcosa? Giudicatemi per quello che scrivo, se avessi un volto forse non scriverei per pudore, ma non perché ho paura di perdere l’onore.

    Conosco bene il volto di riki e quello che pensa solo dai blog … cambierei volentieri la parola “voi” in “noi”.

    Ma come si fa ad incontrare uno così … scontroso ?

    A presto …
    Ciao Nick!

  28. lucagrasselli scrive:

    Devo ringraziare riki: “il blog di Luca è come essere in piazza a Bazzano” forse è il più bel complimento che Pentagras abbia mai ricevuto.

    Ribadisco: qui ciascuno ha il pieno diritto di esprimersi, anche nell’anonimato, e non sta a me giudicare chi preferisce “metterci la faccia” e chi no. L’importante – e questa è una raccomandazione per tutti – è esprimersi in modo non offensivo.

  29. lucagrasselli scrive:

    Notarelle.

    Qualunque associazione democratica fa votare per le cariche interne solo i propri iscritti (previo versamento della quota associativa).
    Il PD invece fa votare (in un’elezione vera e combattuta, per scegliere il segretario nazionale e quelli regionali, che non è come chiedere di che colore volete il logo!) non solo i propri iscritti, ma tutti i propri elettori, chiedendo una quota puramente simbolica, e fra l’altro non tassativa, che serve a coprire le spese dell’iniziativa.
    Che nessuno cerchi di ribaltare la frittata accusando di poca democrazia!

    Nel mio piccolo ho sempre cercato di difendere e promuovere una vera democrazia interna in questo partito e in ogni altra realtà di cui faccio parte. Nonostante tutte le diffidenze e le resistenze, in questi due anni il livello di democraticità nel PD è cresciuto e alcune prassi, che un tempo venivano viste come bizzarrie, ora sono un metodo consolidato da cui non si può più pensare di prescindere.

    A riki, in particolare, vorrei dire anzitutto di non giudicare troppo frettolosamente le cose dall’esterno.
    Vorrei ricordargli che anche le persone impegnate nel PD – a cominciare da Bazzano – non guadagnano una lira per il proprio impegno, ma anzi spendono un sacco di tempo, sottratto alla famiglia e al riposo, non risparmiano fatica e non di rado anche denaro per la propria passione per la politica. A cominciare da Flavio e da me.
    Contrapporre in modo grottesco, “Civicamente Bazzano” e il PD come il Bene e il Nuovo da una parte e il Male e il Vecchio dall’altra sarebbe fuori luogo anche in campagna elettorale: sono costruzioni che non rispettano le persone, e soprattutto non rispettano la verità.

    Penso che perché possiamo avere un confronto proficuo centrato – come tu giustamente auspichi, e come sarebbe utile in ogni caso! – sui problemi e i bisogni di Bazzano, sarebbe giusto sgombrare subito il campo da questo tipo di pregiudizi. Se hai scelto, come altri, di impegnarti in “Civicamente Bazzano” l’hai fatto per motivazioni che rispetto profondamente. Vorrei altrettanto rispetto per le persone che, con altrettanto impegno e altrettanta onestà, hanno scelto di lavorare per la propria comunità stando nel PD.

  30. riki scrive:

    io sarei scontroso?…va bene allora basta scrivere…sembra che la linea dura del Nick continui perciò lascio stare!
    non ho voglio di confrontarmi con chi spende belle parole e poi ti giudica senza logica!
    riki

  31. lucagrasselli scrive:

    riki, per favore scrivi ancora, se lo ritieni utile, proprio perché non è una discussione privata tra voi ma, visto che scrivete qui, dovreste ritenere che in qualche modo sia di interesse pubblico.

    riki e Nick: cercate entrambi di “smussare” le punte della vostra polemica… va bene “dire quel che si pensa”, ma cercate di discutere il più possibile sulle idee, non sulle persone. Grazie.

  32. riki scrive:

    non mi sembra di aver mancato di rispetto a nessuno caro luca e non ho nemmeno mai pensato che voi siate il vecchio e il male…penso solo che dobbiate unj attimo guardarvi intorno con un occhio diverso dal solito…io cmq parlo per quello che è successo la sera scorsa enon per partito preso o supposizioni sia chiaro questo…non mi è mai piaciuto parlare tanto per questo te lo posso assicurare non è da me!
    cmq in questo post ho già scritto quello che pensavo perciò mi ritiro per riflettere su altre questioni…con rispetto, riki

  33. Simone R. scrive:

    Penso sia utile evitare polemiche che non portino a nulla.
    Penso sia utile buttare il cuore oltre l’ostacolo ed evitare ancora discussioni che non portano nessun vantaggio alla collettività.
    E’ un momento fondamentale per il nostro territorio e le persone che lo vivono. Serve, da parte di tutti, la massima calma ed uno spiritvo collaborativo per raggiungere gli obiettivi.

    Riki, e’ ora dei serrare le fila e lavorare assieme senza perdersi in tafferugli da Blog.

    Nick Name, sei persona a me sconosciuta, ma vorrei serenamente confortarti che nessuno e’ a caccia di poltrone.

    Siamo a caccia di rinnovamento per Bazzano ed i suoi cittadini e credo che lo voglia pure tu. Fossi in te, in futuro, eviterei di scrivere banalità da “tafferugio”.

    Se e’ assieme che occorre lavorare è assieme che occorre rispettarsi. Serenamente, pacatamente, convincentemente, CIVICAMENTE🙂

  34. alice scrive:

    credo di aver intuito che alcuni esponenti di civicamente bazzano siano stati esclusi dal voto delle primarie.se queste persone x mera volontà di partecipare,e non di provocare,avrebbero desiderato esprimere la loro preferenza è x me già molto positivo per quello che da cittadina auspico:partecipazione e unità della sinistra italiana,e bazzanese..
    mi dispiace che non abbiano potuto farlo x regolamento (seppur in tale norma intravedo una certa coerenza),perchè nel caso specifico di bazzano ho l’immensa soddisfazione di notare una notevole collaborazione tra le “2 sinistre” del nostro paese. per essere schietti,Elio e Simone stanno lavorando realmente assieme x il bene del nostra cittadina, nonostante vogliano conservare la loro “diversa matrice e origine politica”.
    purtroppo le regole hanno il difetto di non riuscire sempre a dar ragione a casi specifici e particolari come quello del nostro paese.
    comunque trovo più significativo sottolineare che chi avrebbe voluto votare ha fatto un passo verso la condivisione a livello nazionale e regionale della scelta del leader della sinistra attuale, se il regolamento non ha dato voce a queste persone è stato un “evento mancato” che mi auspico non vada a vanificare i buoni propositi e la oggetiva collaborazione virtuosa instauratasi tra i due maggiori esponenti delle 2 sinistre bazzanesi..priscindiamo dal regolamento e non logoriamoci ulteriormente..
    condividete o interpretato le cose in modo troppo soggettivo??
    in ogni caso…bellaaaaaa!
    alice

  35. lucagrasselli scrive:

    Come sempre, Alice si conferma probabilmente la persona più saggia che scrive su questo blog (me compreso).

  36. alice scrive:

    alèèèèè!!hehehehe!
    questa è grossa grass!!!
    vorrei lusingati anch’io..ma attenderò.se lo faccio ora sembra un pò,come dire,una sviolinata interessata!!
    comunque grazie..un complimento così è davvero grass..ops..grosso!!
    bellaaaa

  37. Nick Name scrive:

    Ho scritto con orgoglio ferito
    credo che molti …
    non mi abbiano capito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: