Luci di popolo


Grande partecipazione alla Fiaccolata per la salute
contro l’impianto per il bitume a Magazzino

— Clicca qui per il servizio di RaiTre (da YouTube), qui per quello realizzato da Stefano Massari —

Arrivano alla spicciolata, ma arrivano: e la piazza di Bazzano inizia a riempirsi di fiaccole, come per una processione. Ma è una processione laica, con una varietà di volti difficile a vedersi. Non li vedresti sfilare insieme alle Rogazioni né in un corteo di partito, certo non a una “rave parade”, allo stadio o a una gita scolastica.  Forse – verrebbe da dire – a un funerale di quelli di una volta, con tutto il paese in fila. Ma anche se la causa è seria, c’è tutt’altro che aria di mortorio: l’atmosfera è gioiosa, Il ragazzo della via Gluck si rivela un inno contagioso e intergenerazionale; la gente chiacchiera, fa capannello, i ragazzini giocano: sembra di essere al mercato del sabato, il “rito di popolo” in assoluto più frequentato dai bazzanesi d’ogni specie.

Ma stasera sono lì per uno scopo ben preciso: dire “no” all’impianto per il bitume previsto, e già realizzato, nel territorio di Savignano, ai confini di Bazzano e a poche centinaia di metri da Magazzino (ne avevamo parlato qui; il sito degli organizzatori è questo; vedi anche quanto riportavamo qui). Alcuni arrivano con la maglietta rossa del Comitato Ambiente Salute (“Non rompeteci i polmoni”), molti la prendono al banchetto lasciando un’offerta. Nessuna bandiera di partito , i cartelli e gli striscioni sono solo quelli distribuiti dagli organizzatori (qualcuno sgomita per reggere uno striscione, ma – insomma – senza gli imbecilli che popolo sarebbe?).

A sfilare dalla piazza alla stazione dei treni c’è l’intero “l’arco parlamentare” delle forze politiche bazzanesi, ma soprattutto, si direbbe, l’intero “arco sociale” della Bazzano attiva nell’associazionismo di ogni forma, settore e tendenza, mobilitata per una causa comune. E l’adesione va ben oltre: ci sono signore anziane, famiglie con bambini, parecchi giovani, parecchie persone di mezz’età; operai, professionisti, studenti, impiegati, commercianti: molta gente che di solito non vedi per strada. Una stima assai prudente parla di 350-400 persone.

La maggior parte, giunta alla stazione, si dirige via pullman e via auto a Magazzino, dove la fiaccolata prosegue con la confluenza dei manifestanti degli altri paesi: il corteo è molto lungo, le forze dell’ordine stimano una presenza sulle 2000 persone, molte delle quali si stipano nella piazza di Magazzino per il finale. Sono presenti la Rai e i giornali locali.

Mi chiedo: avranno svegliato i dormienti?
Non quelli che avrebbero voluto esserci con tutto il cuore, ma hanno dovuto accontentarsi di esserci con il cuore. E neanche quelli – in fondo pochi – che hanno, in qualunque modo, un interesse diretto o indiretto nella realizzazione delle cave o dell’impianto, o che, per disattenzione o ignavia, hanno consentito che si arrivasse a questo punto; o le istituzioni che, con scelta che sarà sicuramente discussa ma che trovo condivisibile, non hanno “messo il cappello” sulla manifestazione.
Penso a quelli che ieri non c’erano perché pensano che in fondo la cosa non li riguarda. A quelli che magari non sopportano, e sicuramente non capiscono tutto questo attivismo e questo procurato allarme, e ancor più sicuramente non hanno cercato di capire, di verificare, di farsi un’idea. A quelli che, tutto sommato, se proprio c’è da manifestare c’è già chi lo fa, e quindi perché dovrei andare anch’io, che in fondo posso guardare la tv, e stasera fa anche freschino.
L’incuria del potere, burocraticamente distesa, conta su di loro.

11 risposte a Luci di popolo

  1. Simone R. scrive:

    Ottima sintesi Luca per una serata indimenticabile.
    Condivido con te la critica alla “patetica” rincorsa di alcuni politici bolliti a reggere lo striscione di apertura del corteo.

  2. Giacomo scrive:

    Perdonatemi, ragazzi… vi assicuro che ero tra quelli impossibilitati, ma presenti col cuore!

    Purtroppo gli assenti, alla fine dei conti, sono assenti tutti uguali, indipendentemente dai motivi, ma vi stimo molto per avere portato avanti questa iniziativa. D’altronde, chi mi conosce, sa che i problemi di salute mi “interessano”.

    Buona cosa! Ora vedremo/speriamo gli effetti…

  3. doriano scrive:

    Non molto spesso mi capita di partecipare a manifestazioni che riescono ad emozionarmi;ma quella di ieri sera c’è riuscita.
    Condivido pienamente la sintesi di Luca e aggiungo che, raramente succede,sono stato colpito dalla risposta dei cittadini bazzanesi.
    Accipicchia,quasi quasi ne vado orgoglioso!
    Un grazie infinito al comitato organizzatore .

  4. […] di ambientesalutebazzano Vi segnalo un resoconto della serata pubblicato da Luca Grasselli sul blog Pentagras e il servizio di […]

  5. Leda scrive:

    Credo che quelli che non c’erano per indifferenza o per non esporsi o come mi ha detto una bazzanese “io non partecipo a queste pagliacciate”, abbiano rinunciato a uno di quei rari momenti in cui una comunità si stringe attorno ad un’idea, ad una battaglia che accomuna tutti e rende ognuno di noi più forti e determinati nel difendere e pretendere una maggiore attenzione alle tematiche ambientali e alla tutela della salute nostra e delle generazioni future.
    Anche per quelli che non c’erano.
    Un grazie a tutti

  6. lucagrasselli scrive:

    Benvenuta, cara Leda. Grazie per le tue belle considerazioni, che condivido in pieno. Penso che questo senso di comunità – non chiusa ma coesa – sia uno dei beni più preziosi – al pari dell’integrità e salubrità del territorio – che Bazzano deve conservare e coltivare.

  7. Nick Name scrive:

    Credo che chi ha il potere di cambiare le cose ora debba ascoltare ed agire e attivarsi per cambiare le cose.

    Da quello che mi sembra di capire l’impianto è già fatto e i cittadini lo sanno sempre con ritardo …

    D’altro canto anche i cittadini coinvolti e desiderosi di tutelare l’ambiente (tutti?) devono proporre una soluzione alternativa e dare una risposta alla domanda: dove trovare un sito idoneo a produrre bitume?

    Da voi tutti che leggete si aspettano anche soluzioni e non soltanto un “No” incondizionato. Il comitato provveda e i cittadini pure.

    Il buon caro vecchio Nick.

  8. lucagrasselli scrive:

    Non credo spetti ai cittadini individuare soluzioni, nello specifico.

    Però è vero che il bitume c’è, tutti lo usiamo (quantomento quando andiamo per strada) e penso che pochissimi preferirebbero una civiltà senza bitume. Da questo punto di vista, è una responsabilità che occorre prendersi: da qualche parte il bitume va fatto.

    Lì, no.

  9. Leda scrive:

    Le alternative per delocalizzare l’impianto ci sono, sono state fatte proposte concrete, spetta alla proprietà impegnarsi, agli Enti preposti verificare le condizioni di fattibilità sia ambientale che procedurale e ai nostri amministratori vigilare e sostenere il volere dei cittadini. Questa è stata una delle prime preoccupazioni dei Comitati, determinati peraltro a fare in modo che il nostro problema non diventi un problema per altri.

  10. lucagrasselli scrive:

    Grazie, Leda. Sono lieto di vedere che anche il Tg3 ha dato conto delle “proposte alternative” che avete fatto. E’ importante che si capisca che il Comitato non dice semplicemente “no” ma che si interessa delle soluzioni compatibili con l’interesse di tutti.

  11. Nick Name scrive:

    Non posso far altro che lodare il comitato per le proposte alternative.

    Forse mi sono espresso male per quanto riguarda il proporre soluzioni: ma i cittadini tramite il “Comitato” ha fatto molto.

    … BITUME PER TUTTI MA NON IN SAVIGNANO …
    … VOGLIAMO UN SITO AFRICANO …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: